Home Spettacoli Verde? La mostra tra moda, arte e design a Torino

Verde? La mostra tra moda, arte e design a Torino

4
SHARE
Marina Nekhaeva moda Torino
Marina Nekhaeva moda Torino
Tempo di lettura: 2 minuti

Non so a voi, ma a me il colore verde ha sempre trasmesso pace e serenità interiore.

Ed è proprio su questo tema che si è sviluppata la mostra intitolata appunto “Verde”, che ha visto le tre designers protagoniste della scena artistica torinese, Marina Nekhaeva, Silvia Beccaria e Manu Mara, le quali impegnate in questo progetto, sono partite da questa componente per dare la propria personale interpretazione.

 

Marina Nekhaeva moda Torino
Marina Nekhaeva

 

Marina, l’artista eclettica che spazia dal graphic al fashion design, ha creato una collezione intitolata “ Vitaminic Collection” , fatta di guanti, abiti e cappe, che contiene dei richiami molto accesi di colore fluo, che contrasta con il clima invernale, spesso monocolore.

Il suo è un tipo di approccio ecosostenibile, che la porta a rispettare la natura, evitando inutili sprechi di materiali.

La collezione di Marina può contare sulla scelta di colori quali il bianco,l’avorio,il panna, la cipria ed il nudo, che si contrappongono fortemente al nero ed al grigio, perché si sa, la natura ha una doppia personalità, fatta di nascita e di morte.

 

Silvia Beccaria moda Torino
Silvia Beccaria

Silvia Beccarla, invece, è una designer tessile che ha fatto della tecnica di tessitura il proprio cavallo di battaglia.

Silvia, infatti, ha un legame unico con la fibra, che intreccia con i tessuti più disparati , siano essi lana, lino e cotone, o con tubi di plastica e gomma; inoltre negli anni, grazie a questa sua capacità di lavorare con questi materiali, ha creato dei tessuti non convenzionali con i quali crea le gorgiere, gli abiti scultura e gli arazzi.

Correlato:  Un bilancio della prima edizione del Villaggio di Babbo Natale

Anche lei, come Marina, associa il verde alla natura, che vede come forza primordiale e vitale, che però allo stesso tempo deve sottostare a determinate leggi, e quindi nasce per poi morire e rinascere, in un ciclo che si rinnova continuamente.

Manu MaraManu Mara Moda Torino Moda Torino
Manu Mara

Ed infine Manuela Marazzani, in arte Manu Mara, il cui marchio di fabbrica è rappresentato dal vetro, che utilizza costantemente nelle proprie creazioni di gioielli e sculture.
Ogni monile è una creazione unica, che viene creata con l’argento, ma anche con materiali preziosi , utilizzati dopo una precedente fase di ricerca.

Il rapporto che Manu Mara ha con il verde è molto forte, quasi viscerale: essa infatti riconosce la forza della natura e la rispetta, seppur le continue angherie che vengono mosse a quest’ultima le causano sofferenza e inquietudine, dal momento che ne riconosce la forza genitrice, che se continuamente bistrattata potrebbe trasformarsi in forza distruttrice.

Come nelle più belle favole che si rispettino però, la sua speranza è che ci sia una presa di coscienza collettiva che ridia alla natura il giusto rispetto e valore.

La mostra è aperta al pubblico fino al 6  giugno, dal martedì al venerdì dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 19 e sabato dalle 11 alle 13 sempre su appuntamento, da Internocortile, in via Villa Glori 6.

Correlato:  Il gentleman sabaudo: l'abito

Manuela Catanea



Commenti

SHARE