Home Spor-to Derby del Cuore: entusiasmo, solidarietà e record d’incassi

Derby del Cuore: entusiasmo, solidarietà e record d’incassi

2
SHARE
Partita del Cuore 2013 Juventus Stadium 2013
Partita del Cuore 2013 Juventus Stadium 2013
Tempo di lettura: 2 minuti

È piaciuta davvero, questa Partita del Cuore torinese. Un milione e mezzo di incasso, cifra record per questo tipo di manifestazioni, e Juventus Stadium gremito: 41mila spettatori pronti a vedere in campo, tra gli altri, anche il sindaco di Firenze Matteo Renzi e il padrone di casa, il presidente Andrea Agnelli, entrambi impegnati per la squadra dei Campioni per la Ricerca. Con loro, anche Fernando Alonso, mentre una grande bandiera della Ferrari, che patrocinava l’evento campeggiava in curva. Gli avversari, come da tradizione, erano i musicisti che compongono la Nazionale Cantanti, rinnovata anche quest’anno.

L’ultimo acquisto, il vincitore di Sanremo Giovani Antonio Maggio, si è rivelato un ottimo uomo assist, confermandosi decisivo per il risultato finale, che è stato di 9-9, anche grazie a un buon numero di penalty concesso ai Campioni per la Ricerca.

Non è mancata, come era logico che fosse, la presenza della città e soprattutto della Juventus, che di fatto ha ospitato l’evento. Nel fare gli onori di casa a fine partita, il presidente Agnelli ha tessuto grandi lodi per i suoi concittadini: “Sono felice della risposta della città a questa iniziativa – ha commentato – I biglietti erano esauriti già dieci giorni fa, segno che Torino ha a cuore un tema importante come quello della ricerca”.

Correlato:  A Torino un cittadino su cinque (o quasi) è straniero

 

430110_10201096580007489_490775534_n

Serata particolare, invece, per Antonio Conte: schierato assieme ad altri due grandi ex, Pavel Nedved e Ciro Ferrara, il tecnico ha segnato quattro reti nella sua prima partita da giocatore allo Juventus Stadium. “Stare in campo è sempre emozionante, la vivi in maniera totalmente diversa da quando sei in panchina. Io però ho fatto il mio tempo come calciatore, ora sto vivendo il mio periodo da allenatore”. Qualche parola di nostalgia per la Furia Ceca: “Pavel ha smesso di giocare troppo presto, stasera ho rivisto la sua cattiveria agonistica, e si trattava solo di un’ amichevole”.  Sia il presidente che il mister sono criptici sulle questioni legate al calciomercato: “Come avete visto, Nedved è ancora in gran forma, e il suo contratto da dirigente scade a giugno: ci faremo un pensierino”, ha scherzato Agnelli.

Partita  del Cuore 2013 Juventus Stadium 2013

Ulteriore buona notizia per la nostra città: gran parte dei fondi raccolti resteranno nel Torinese, in quanto saranno destinati al Centro di Ricerca di Candiolo, attraverso il gemellaggio ormai decennale con Telethon.

Il numero per le donazioni, il 45501, resterà attivo ancora per un paio di giorni.

Giulia Ongaro



Commenti

SHARE