Home Spor-to Rugby: Biella ai playoff! Non si sorride solo a Torino…

Rugby: Biella ai playoff! Non si sorride solo a Torino…

13
SHARE

Il Ce.s.In Cus Torino è la realtà più fulgida della palla ovale piemontese, e questo è un fatto. Ma più di una volta abbiamo messo in risalto come non di solo Cus viva l’ovale piemontese. E una conferma arriva ancora, casomai la necessitassimo, dal nord del Piemonte.

Il Biella Rugby ha infatti vinto da pochissimo il campionato di serie B, rifilando un bel 9 punti ai diretti inseguitori del Cus Genova. E ora si appresta a giocarsi i play off per la promozione in A, per tentare di raggiungere i torinesi e dare un’altra pennellata di Piemonte al panorama nazionale rugbistico. Un tempo fu l’Asti, rimasto in B, a dare speranze al movimento. Adesso ci pensano il capoluogo – e che campionato ha disputato il Cus! – e chissà, gli Orsi Biellesi.

459635552643FotoSofiaM

Conclusa la regular season i gialloverdi devono concentrarsi infatti sui play off che partiranno il 26 maggio con il match di andata contro Prato Sesto e si concluderanno in casa il 2 giugno. La società sta già organizzando a soli 5 euro a/r un pullman di tifosi per la trasferta a Prato del 26 maggio.

Tornando alle questioni torinesi, c’è ancora da terminare la stagione delle Under: la 20 del Ce.S.In. CUS Torino, a Brescia ha pareggiato domenica per 26-26 il match di andata del barrage per la promozione in Elite. Dragos Bavinschi e Andrea Oliva schierano Monfrino estremo, Bracco e Maggi (st Alessandrini) ali, Perju e Marco De Letteriis centri, Reeves apertura, Porporato mediano di mischia, Polla, Marenini (pt Don) e Spaliviero in terza linea, Fede (st Falcetta) e Perrone in seconda, Paolo Martra e Novello (st Mattia Racca) piloni e Fabio Martra tallonatore. In panchina Nevio Racca, Romano e Zaccuri. Sorpresi in apertura da una meta, non trasformata, dei padroni di casa, i cussini assumono il controllo delle operazioni e vanno in meta per tre volte grazie a Novello, Spaliviero e Porporato, con quest’ultimo che calcia in mezzo ai pali due trasformazioni. Il primo tempo va in archivio sul 19-5 per i biancoblù, che nella ripresa si distraggono e subiscono due mete, entrambe trasformate. Sul 19-19 la reazione d’orgoglio del Ce.S.In. propizia la meta di Bracco. Porporato è ancora preciso al calcio e porta il punteggio sul 26-19. Quando pare tutto finito, il Brescia trova il guizzo a tempo scaduto per riequilibrare le sorti della gara. Al CUS può andare bene anche così, in vista del ritorno che si svolgerà all’Albonico domenica prossima alle ore 12,30.

A.M.

(fonte cronaca: Cus Torino – nella foto: una fase di gioco della prima squadra torinese – Foto Sofia)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here