Home Enogastronomia Salone del Libro: Carosello Culinario tra le opere letterarie

Salone del Libro: Carosello Culinario tra le opere letterarie

3
SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

Più che un carosello è un vero e proprio spazio di 400 mq dedicato al cibo e ai libri enogastronomici.

Quest’anno all’interno della Fiera del Libro si da  spazio al cibo in tutte le sue accezioni e non potevamo non descrivere un itinerario tipo tra le varie giornate. Un viaggio tra gli appuntamenti più importanti tra showcooking e presentazioni di libri di ricette, la nuova moda del momento. In questi giorni si stanno alternando grandi nomi della cucina italiana e diversi approfondimenti sul tema.

A noi che amiamo sostanzialmente mangiare e scoprire ciò che Torino ha da offrire, non possono non interessare i gustosi menu che il Salone ha da offrire. Non perdetevi lo showcooking Pop di Davide Oldani lunedì alle 12, se vi siete perduti le maestrie del più grande maestro Gualtiero Marchesi che si sono tenute giovedì pomeriggio. Segnaliamo inoltre le conferenze con la partecipazione di Maurizio Pallante: un ottimo momento per parlare di cucina seguendo la filosofia della decrescita felice.

(foto di Francesca Gonzales)
(foto di Francesca Gonzales)

Oppure il cibo come cura: è il tema dell’appuntamento con lo scienziato Marco Bianchi in programma venerdì alle 15: si insegnerà una buona alimentazione per prevenire le malattie. Cibo e Salute, cibo e sostenibilità, cibo e riciclo, in questo caso con Lisa Casali sabato alle 19 e le sue idee strampalate di cucinare con gli scarti o i metodi di cottura in lavatrice per risparmiare energia.

Correlato:  L'orto in Piemonte

Insomma ce n’ è per tutti i gusti. Un’altra presentazione che si terrà venerdì alle 20 al Padiglione 5, Parco Culturale Piemonte Paesaggio Urbano, sarà quella  del libro di Francesca Angeleri, giornalista torinese, “In Cibo Veritas”: una raccolta di interviste a personaggi famosi e perlopiù sabaudi e delle loro ricette preferite, attraverso le quali parlano di sè e si raccontano.

Gli appuntamenti sono davvero parecchi… ma per mangiare? Alla fiera risulta sempre un’impresa un po’ ostiuono si muove.

Per gli espositori quest’anno c’è infatti una novità: è stata allestia un”area lounge dove poter mangiare piatti e insalate, panini e focacce  evitando le code nei punti ristoro per i visitatori. C’è anche il servizio boxlunch, che permette di ricevere a “domicilio” il famoso “baracchino” al proprio stand senza doversi allontanare. Inoltre abbiamo scoperto una voce fuori dal coro che mi preme consigliare. Appena fuori dal Salone forse non tutti sanno che all’NH Hotel Lingotto si può pranzare e cenare al ristorante Torpedo in una cornice di verde in un giardino tropicale o all’interno delle eleganti sale, con piatti raffinati di pesce e carne e alcuni menù dietetici per fare una vera pausa in compagnia di un buon libro ma fuori dal vociare fieristico.

Saracco



Commenti

SHARE