Home Arte “Il Lunedì si parlava di calcio”: l’epopea degli Agnelli in mostra allo...

“Il Lunedì si parlava di calcio”: l’epopea degli Agnelli in mostra allo Juventus Museum

30
SHARE

Edoardo, Giovanni, Umberto, Andrea. Non sono quattro nomi a caso, ma i quattro presidenti che più di tutti gli altri (insieme a Boniperti) hanno legato il loro nome a quello della Juventus. L’epopea degli Agnelli e della Signora è celebrata in una mostra, ospitata fino al 1 settembre dallo Juventus Museum, dal titolo  “Il Lunedì si parlava di calcio. Agnelli – Juventus: 90 anni di passione bianconera”.

Un’esposizione, la prima organizzata all’interno del museo bianconero situato all’interno dello Juventus Stadium, che ha l’obiettivo non solo di celebrare il legame fra una squadra e una famiglia, ma anche di ripercorrere 90 anni di storia juventina e, perchè no, torinese.

Aneddoti, frasi, documenti, multimedia, fotografie e filmati arricchiscono una mostra che ogni bianconero dovrebbe visitare e ogni bambino juventino dovrebbe seguire con interesse, per capire da dove nasce la squadra per cui tifa.
Giovanni Agnelli e la sua Juventus

Non mancano anche i cimeli: fra tutti il pallone d’Oro, donato da Platini all’Avvocato Agnelli. La Juve al gran completo ha inaugurato la mostra lo scorso 15 maggio, alla presenza di un logicamente emozionato Andrea Agnelli, che ha ufficialmente dato il via all’esposizione. Fra gli invitati all’inaugurazione, non è di certo passata inosservata la presenza del nome che più di ogni altro ha legato la sua storia a quella della Juve recente: Alessandro Del Piero, tornato per l’occasione dall’altro capo del mondo. Il curatore dell’esposizione è Lodovico Passerin D’Entreves insieme al presidente del museo Paolo Garimberti e a un team di lavoro composto da professionisti che già avevano contribuito alla realizzazione del Museum, il concept è firmato da Benedetto Camerana e l’art direction da Independent Ideas.

La mostra è gratis per i visitatori del Museum, mentre chi fosse interessato a seguire solo l’esposizione deve pagare un biglietto da 5 euro, parte dei quali finanzieranno il progetto benefico “Crescere Insieme al Sant’Anna”, che ha come obiettivo la ristrutturazione del reparto di Neonatologia dell’Ospedale Sant’Anna di Torino.

Marco Gallo

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here