Home Cronaca di Torino Arriva il Salone del Libro: si celebrano le idee

Arriva il Salone del Libro: si celebrano le idee

4
SHARE
Salone Internazionale del Libro 2013 Torino
Salone Internazionale del Libro 2013 Torino

Il 16 maggio apre i battenti la 26ma edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino che da più di un quarto di secolo ospita editori ed autori nella suggestiva cornice del Lingotto Fiere.

Una kermesse capace di attirare più di 300mila di visitatori, pronti a tuffarsi fra accattivanti copertine e pagine odoranti di inchiostro, proprio nell’era in cui il digitale minaccia seriamente di farle scomparire.

Un evento capace di muovere una cifra vicina ai 52 milioni di euro, di cui 14 soltanto per l’acquisto libri che, ricordiamo, sono venduti senza alcuno sconto: una scelta incomprensibile che non ha avuto alcuna eccezione nel corso degli anni.

Cinque giorni di incontri e conferenze con gli autori del momento o più semplicemente per girovagare senza meta fra i 1.500 di stand previsti, alla scoperta di piccoli editori sconosciuti o di futuri scrittori di successo.

Creatività ed innovazione saranno i temi portanti di quello che sarà un vero e proprio un laboratorio per lo sviluppo ed il confronto di procedimenti creativi in un contesto culturale pieno di mutamenti, di opportunità, ma anche di pericoli come quello odierno. Il paese ospite d’onore quest’anno sarà il Cile, con un immancabile omaggio al grande poeta Pablo Neruda.

Basta scorrere velocemente il programma degli appuntamenti sul sito www.salonelibro.it per rendersi conto dell’importanza degli ospiti che presenzieranno nelle sale e negli stand di questa edizione in un miscuglio di arte, letteratura, scienza, architettura, musica e molto altro ancora. Qualche nome? Roberto Saviano, Luis Sepulveda, Giuseppe Culicchia, Giovanna Mezzogiorno, Daniel Libeskind, Vinicio Capossela, Giuliano Amato, Cèdric Villani, Federico Grom, Edoardo Nesi e David Grossman, solo per citarne alcuni.

libri14mag

Come ormai da dieci anni a questa parte esiste un programma parallelo a quello ufficiale, denominato Salone Off, che porterà i protagonisti ed il messaggio del Salone Internazionale del Libro tra i quartieri, le vie, le piazze, le scuole, i negozi ed i musei di Torino e dintorni.

Un’esperienza a 360 gradi dunque, capace di coinvolgere e di travolgere gli appassionati della lettura e non, portandoli là “dove osano le idee”, come recita lo slogan di questa edizione 2013.

Edoardo Ghiglieno

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here