Home Cronaca di Torino Donazione di sangue, i piemontesi tra i più generosi

Donazione di sangue, i piemontesi tra i più generosi

54
SHARE
Piemonte Regione di donatori sangue
Piemonte Regione di donatori sangue

I dati sulla donazione del sangue in Italia sono altalenanti: sa da una parte il numero dei donatori cresce di anno in anno, dall’altra il Belpaese continua ad arrancare per numero di donazioi nelle classifiche europee.

Il Piemonte, però, rende ancora una volta fieri i suoi abitanti: la regione infatti è una tra le più attive a livello di donazione, soprattutto in proporzione al numero di abitanti.

Oltre al Piemonte, solo Emilia Romagna, Veneto, Friuli e provincia di Bolzano superano le 50 donazioni annue ogni mille abitanti.

Donazione di sangue, i piemontesi tra i più generosi
Donazione di sangue, i piemontesi tra i più generosi

 

La regione, inoltre, può vantare la completa autosufficienza per quanto riguarda il fabbisogno ematico. È raro infatti che si debba ricorrere a donatori provenienti dalle regioni confinanti, anzi

I centri di raccolta sparsi per la regione riescono anche ad aiutare in maniera significativa la regione Sardegna, inviando sangue da utilizzare per le trasfusioni necessarie ai malati di talassemia.

La Regione Piemonte ha una lunga storia nel campo delle donazioni: risale al 1957 infatti, la nascita del primo nucleo dell’Associazione Donatori Sangue Piemonte, l’ADSP Fidas.

Tra suoi fondatori il dottor Achille Dogliotti, creatore già allora della prima Banca del Sangue d’Italia.

Anche l’Avis, Associazione Volontari Italiani del Sangue, ha un gran numero di iscritti in Piemonte (quasi 120mila, di cui l’ 80% donatori).

Qui come nel resto d’Italia, la nota negativa riguarda le i plasma derivati (piastrine, fattori di coagulazione eccetera): se infatti le donazioni di sangue sono molte, quelle di plasma sono sempre in numero minore e spesso non sufficienti neppure nella zona subalpina. Riparare a questa mancanza è facile: solo a Torino, infatti, si possono donare sangue e plasma non solo all’ ADSP, al centro fisso per il prelievo di Via Ponza, o presso l’Avis in Via Piacenza, ma anche all’ Ospedale Maria Vittoria, al Sant’Anna e al Centro Trasfusionale del San Giovanni Battista (Molinette).

Complesso ospedaliero, quest’ultimo, che ha particolarmente bisogno di sangue per le trasfusioni durante le operazioni chirurgiche.

 

La Redazione di Mole24

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here