Home Spettacoli Goyo: l’eccellenza del cashmere (anche a Torino)

Goyo: l’eccellenza del cashmere (anche a Torino)

41
SHARE
Goyo cashmere Torino Moda
Goyo cashmere Torino Moda
Tempo di lettura: 2 minuti

Pare che il sole e le temperature miti siano finalmente arrivati, ma come recita un vecchio proverbio: “aprile non ti scoprire” , quindi nell’attesa che il tempo si stabilizzi perché non coprirsi nel migliore dei modi indossando un capo in cashmere? maltempo e le temperature rigide, ahimè, non ci danno tregua, e allora che c’è di meglio se non indossare un capo in cashmere, in grado, col suo calore, di rendere più accettabile anche la più fredda delle giornate e di coccolarci col suo comfort?

Si dice che lo scopritore di questa lana pregiata sia stato Marco Polo, che, nel XIII secolo, imbattendosi in alcune grotte in Mongolia, abbia ritrovato al loro interno delle rappresentazioni di capre selvatiche addomesticate dall’uomo.

Nonostante ciò, è solo nel XIX secolo che l’Europa viene a conoscenza di questa calda lana, che prese il nome di kashmir, dalla regione che si trova al confine tra India e Pakistan.

Ed è proprio a questo proposito che oggi vi parleremo di Goyo: questo brand, con gli anni, e grazie ad un progetto chiamato TAM, iniziato 7 anni fa, e promosso dalla BEI(Banca Europea per gli Investimenti), che intendeva dare un’opportunità di crescita ai Paesi sottosviluppati, attraverso una preziosa risorsa, rappresentata dalle materie prime di cui disponevano, è diventata una delle realtà aziendali con la più alta produzione di cashmere in Mongolia.

Correlato:  Matsuri: inizia oggi la festa giapponese d'estate

La vera rivoluzione sta nella consistenza di questa lana, che è ultraleggera, e quindi elimina il problema di grandi ingombri.

La collezione autunno- inverno 2013-2014, presentata il mese scorso a Milano, è rivolta a donne di ogni età e stile, offrendo una scelta piuttosto diversificata nei capi.

Si passa infatti dalla giacca-cardigan con un solo bottone, di taglio volutamente classico color senape, alla maglia tagliata corta sul davanti, che ricade più lunga dietro( in inglese la definiremmo cropped) nella versione bicolor rosso e bordeaux, per poi proseguire con la felpa sportiva con la zip ed il cappuccio, disponibile nel color blu elettrico, ed il maglioncino di gusto dichiaratamente anni ’60, con fantasia a rombi nei colori bianco, blu elettrico e nero.

E terminiamo con il capo di punta della collezione autunno inverno 2013-2014, nonché orgoglio del brand, rappresentato dal pullover con scollo tondo, spalmato di oro, adatto alle più fashioniste, ma anche a chi vuole dare un tocco colorato e diverso al proprio guardaroba.

Ricordiamo che Goyo è disponibile per l’acquisto anche a Torino, presso la Boutique San Lorenzo, di Via Santa Teresa 6, e Verdelilla, in Corso Re Umberto 27, presente anche online al seguente indirizzo: www.verdelilla.it.

di Manuela catanea



Commenti

SHARE