Home Spor-to Juve eliminata. Hanno vinto i più forti

Juve eliminata. Hanno vinto i più forti

12
SHARE
Juventus Bayern-Monaco quarti champions league 2013
Juventus Bayern-Monaco quarti champions league 2013

Questa volta, a differenza della partita d’andata, il rammarico è, o almeno deve essere, pari allo zero.

Perché la Juve non è uscita dalla Champions League per un palo, per un errore difensivo, per non avere concretizzato un’occasione clamorosa o per un errore dell’arbitro. No, è stata eliminata perché è giusto così, perché sul campo e nell’arco delle due partite una squadra ha dimostrato di essere nettamente superiore all’altra e questa squadra, a dispetto di quanto accade in campionato ormai da due anni, non è stata la Juve, ma la formazione di Ribery e di Robben: il Bayern Monaco.

Chi sperava nella Remuntada, e il popolo bianconero ci ha sperato a lungo, è stato deluso.

Juventus Bayern-Monaco quarti champions league 2013

 

 

Troppo forte il divario tecnico tra le due squadre – ha pesato forse più la squalifica di Lichsteiner che quella di Vidal, ben sostituito da Pogba – per pensare di fare il colpaccio. In una notte amara come quella appena passata, tanto più a caldo, si corre il rischio di cadere nel banale. Per questo è doveroso un suggerimento ai tifosi juventini: non è da Juve prendersela con l’arbitro, dire che il primo gol del Bayern scaturisce da una punizione che non c’è e che all’andata il 2-0 di Mandzukic è stato viziato da un fuorigioco.

Sarebbe inelegante e non rientra nello stile bianconero, onore al merito alla squadra più forte e da domani bisogna pensare a come fare meglio nella prossima annata, a come rinforzare la squadra con quei top player necessari per competere alla pari con le squadre più forti d’Europa.

Onore delle armi, come il pubblico ha riconosciuto a fine partita, ai bianconeri che hanno lottato e che nei primi minuti hanno provato a mettere in crisi in Bayern ma ci sono riusciti solo a tratti. Sono solamente due, infatti, le occasioni da rete create dalla squadra di Conte nel primo tempo: una bella, ma lenta, punizione calciata da Pirlo che Neuer ha deviato sopra la traversa e soprattutto una bella azione sulla destra con tanto di cross del giovane Pogba, forse il migliore in campo, che avrebbe meritato migliore sorte: peccato che una volta superato Alaba il traversone del francese non abbia trovato nessuno sul secondo palo. Per il resto l’unico a creare qualche azione pericolosa è stato Vucinic, mentre Quagliarella è sembrato fuori dalla partita.

Juventus Bayern-Monaco quarti champions league 2013
Juventus Bayern-Monaco quarti champions league 2013

 

Il Bayern non ha giocato come magari ha fatto vedere altre volte, vedesi la partita di andata degli ottavi a Londra contro l’Arsenal, ma non ha mai sofferto, ha sempre dato la sensazione di controllare i ritmi della partita, ha messo in mostra il collaudato possesso palla e nel primo tempo è anche andato vicino al vantaggio con una conclusione di Alaba dalla distanza e con un tiro ravvicinato di Muller.

La ripresa si apre sotto auspici migliori, con uno squillo di Quagliarella – l’unico della partita – finito a lato, ma è soltanto un fuoco di paglia. Ci prova ancora Pirlo, ancora su punizione e ancora senza fortuna, poi cala il sipario sulla gara. I tedeschi mettono in ghiaccio la qualificazione al ’19 quando Mandzukic ribatte in rete una bella respinta di Buffon su tiro di Martinez. Il resto è accademia, e fa male, tanto male per i tifosi juventini vedere una squadra avversaria fare torello allo stadium.

Juventus Bayern-Monaco quarti champions league 2013 2 Fa male essere eliminati non per un episodio andato male ma perché il Bayern è stato superiore in tutto e per tutto. Ma è la legge del campo, la legge del più forte, come racconta il 4-0 complessivo delle due partite. Il gesto più bello della serata, per una volta, viene dai tifosi che hanno applaudito la squadra dopo la sconfitta perché hanno capito che i ragazzi di Conte in campo hanno dato tutto. Peccato non sia bastato.

Andrea Magri

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here