Home Arte La seduzione del disegno: alla GAM la scoperta della bellezza artistica

La seduzione del disegno: alla GAM la scoperta della bellezza artistica

4
SHARE
La seduzione del disegno Gam Fontanesi Torino
La seduzione del disegno Gam Fontanesi Torino

La Gam celebra i suoi 150 anni di apertura con una mostra affascinante e fuori dalle consuetudini.

Inaugurata il 7 marzo scorso – e aperta fino al 5 maggio 2013 – l’esposizione dal titolo “La seduzione del disegno”

Cartoni, acquerelli e dipinti dalle raccolte della GAM” ha il merito di far conoscere al pubblico una raccolta – un piccolo tesoro- fino ad ora rimasto in gran parte celato.

Molti disegni, bozzetti e acquerelli che sono esposti in ordine di acquisizione della stessa galleria cittadini, a dimostrazione del grande lavoro di ricerca e catalogazione che sta alla base del progetto.

In concomitanza, è stata prevista anche l’apertura del Gabinetto dei Disegni sempre al suo interno:uno spazio destinato alla conservazione, deposito e consultazione di un ricco repertorio grafico sia di opere esposte all’interno della galleria, e non solo,.

 

La seduzione del disegno Gam Torino

 

Un corpus ricco di disegni, album e fogli sciolti, dal Settecento al Novecento con artisti italiani di primo piano e conosciuti al grande pubblico.

Si è già scritto di quanto possa essere affascinante avvicinarsi a questo grande repertorio di vere e proprie opere d’arte che sono i disegni (http://www.mole24.it/2013/03/13/il-re-e-larchitetto-viaggio-in-una-citta-perduta-e-ritrovata-a-torino-dall8-marzo-al-30-aprile-2013/).

Diversamente alla mostra all’Archivio di Stato di Torino, qui non si celebra la città e la sua storia ma uno dei luoghi culturali più importanti che abbiamo.

Necessario quindi cedere a questa seduzione.

Diversa, è vero, da quella a cui siamo abituati nella nostra contemporaneità ma non per questo meno affascinante.

Cosa possiamo considerare più seducente se non la scoperta di un mondo da noi lontano: per tempo e per bellezza, per capacità e per talento, per tecnica e per sensibilità.

Probabilmente nulla, per cui visto che la primavera tarda ad arrivare e con lei anche i nostri pic- nic e piacevoli passeggiate nei parchi, lasciamoci affascinare da paesaggi disegnati e luoghi sconosciuti

In formato A4.

Giulia Copersito

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here