Home Cronaca di Torino 2012 ; l’annus horribilis dell’aeroporto Sandro Pertini di Caselle.

2012 ; l’annus horribilis dell’aeroporto Sandro Pertini di Caselle.

2
SHARE
Areoporto Torino Caselle
Areoporto Torino Caselle

Il bilancio approvato dal consiglio di amministrazione di Sagat – il gruppo che gestisce lo scalo – registra un calo del 5% dei passeggeri e del 7% per i ricavi lordi del gruppo. L’esercizio si è chiuso con una perdita di 962mila euro rispetto al 2011.

Nell’anno che ha sancito il passaggio del pacchetto di maggioranza di Sagat dal gruppo Benetton al fondo di investimento F2i di Vito Gamberale l’aeroporto di Torino ha inanellato una serie di risultati negativi che destano preoccupazione. Il primo dato è quello dei passeggeri; nel 2012 sono stati 3.521.847 i passeggeri transitati a Caselle con un decremento del 5% rispetto al 2011. Il traguardo dei 4milioni di passeggeri, indicato qualche anno fa come obiettivo da raggiungere nel volgere di poco tempo, sembra ancora molto lontano. Soprattutto se si guarda al dato dei primi due mesi del 2013 che hanno fatto registrare, sempre nel numero dei passeggeri, dell’11% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Flessione considerevole anche per i ricavi del gruppo (-7%) che ammontano a 65.545 migliaia di euro. La perdita è di 962mila euro complessivi.

Nel 2012 gli investimenti sono stati pari a 13milioni di euro cui va aggiunto un milione di euro per la manutenzione ricevuti in concessione.

L’assemblea degli azionisti è convocata per il 18 aprile e per il 16 maggio, in seconda convocazione, per approvare il bilancio di esercizio. Chissà che in quella sede non si parli anche delle eventuali mosse per contrastare il calo (dovuto anche alla crisi economica) e rilanciare un aeroporto che stenta a “decollare” definitivamente.

Alessandro Porro

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here