Home Cronaca di Torino Elezioni 2013: anche Torino boom del Movimento 5 Stelle

Elezioni 2013: anche Torino boom del Movimento 5 Stelle

6
SHARE
Elezioni 2013: anche Torino boom del Movimento 5 Stelle
Elezioni 2013: anche Torino boom del Movimento 5 Stelle

Le elezioni che condannano il Paese all’ingovernabilità e ad una situazione di stallo che non ha precedenti nella storia repubblicana hanno ridisegnato anche la mappa delle gerarchie e dei rapporti di forza a Torino e nella provincia.

La città di Torino si conferma, senza scossoni rilevanti, roccaforte del Partito Democratico (36,38% al Senato e 34,15 alla Camera contro il 23,73% al Senato e il 22,86% alla Camera del Popolo delle Libertà). Secondo partito si conferma il Movimento 5 Stelle (25,60% alla Camera, 23,82% al Senato) che in quartieri popolari come Barriera di Milano e Borgo Vittoria, storici bacini di voti per il Pci prima e per il centrosinistra poi, si è rivelato primo partito.

Elezioni 2013: anche Torino boom del Movimento 5 Stelle

Decisamente staccato Scelta Civica con Monti che ha raggiunto il 12,22% al Senato e il 12,65% alla Camera.

Per trovare quelle che sono vere e proprie sorprese di questa tornata elettorale basta spostarsi nella prima cintura di Torino dove Rivoli, Collegno e Grugliasco, tre piccoli avamposti “rossi” da sempre sono stati conquistati dal Movimento 5 Stelle. La valanga gialla dei grillini non ha risparmiato nemmeno la Nichelino del sindaco renziano Catizone. Il Pd ha salvato soltanto, per di più a fatica, Settimo e Moncalieri.

Dirompente, e non poteva essere diversamente, lo strapotere del M5S in Valsusa dove il movimento è da sempre vicino ai valligiani nella battaglia contro il Tav.

Interessante il dato sull’affluenza alle urne.

Torino, a dispetto dell’andamento generale (flessione del 5% circa rispetto alle Politiche del 2008), ha visto una flessione nell’affluenza del 2% circa (76,94%).

Alessandro Porro

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here