Home Cronaca di Torino Televisioni spente: a Nichelino la politica si fa dal vivo.

Televisioni spente: a Nichelino la politica si fa dal vivo.

6
SHARE
Incontro politici Nichelino
Incontro politici Nichelino
Tempo di lettura: 1 minuto

Bella serata di democrazia a Nichelino lunedì scorso. Un affollato Centro Sociale Grosa ha ospitato un interessantissimo confronto elettorale, organizzato dalla Scuola di Formazione Politica della città, che ha visto partecipare esponenti di tutte le forze politiche. Anna Rossomando (Pd), Antonio Pappalardo (lista Ingroia Rivoluzione Civile), Michele Curto (Sel), Fabrizio Ricca (Lega Nord), Tommaso Panero (lista civica Monti), Davide Balena (Pdl), Maurizio Marrone (Fratelli d’Italia) e Xavier Bellanca (Movimento 5 stelle) hanno dato vita a un intenso momento di scambio, con al centro i problemi dell’Italia e le potenziali soluzioni per provare a risolverli.

Dall’Imu ai diritti civili, dalle tasse alle politiche per il lavoro, tutto è passato sotto il setaccio dei partecipanti, moderati dal vicedirettore di Mole24 Andrea Besenzoni.

Il pubblico non si è rivelato passivo ascoltatore, ma ha interagito in modo a tratti anche molto vivace. Va detto come quello che sta per arrivare è forse uno dei fine settimana più importanti della nostra storia recente. L’Italia è nel mezzo di una crisi gravissima, che nell’ultimo anno ha messo in forte discussione il sistema stesso della nostra politica.

I partiti sono chiamati a rivisitarsi e a provare a riproporsi agli elettori. Un compito arduo, che i presenti a Nichelino hanno affrontato con la voglia di metterci la faccia, e questo è già di per sé un grande risultato. Come è un grande risultato l’affollamento del Grosa: a testimonianza di come, è vero, la politica per la maggior parte si fa ancora in televisione, ma ciò nonostante c’è tanta voglia di parlare ai politici.

Per dire loro cosa il popolo ne pensa, di cosa ha bisogno e soprattutto in cosa non vorrebbe essere, una volta tanto, deluso.

redazione@mole24.it

Correlato:  8 anni di Reggia di Venaria: numeri di un grande successo!

 

 



Commenti

SHARE