Home Cinema Quattro chiacchiere con Andrea “REX” Revelli, uno dei più importanti registi di...

Quattro chiacchiere con Andrea “REX” Revelli, uno dei più importanti registi di videoclip italiani

88
SHARE
Quattro chiacchiere con Andrea
Quattro chiacchiere con Andrea "REX" Revelli, uno dei più importanti registi di videoclip italiani
Tempo di lettura: 2 minuti

Chi segue la musica italiana ed in particolare quella hip hop, che sta conoscendo un periodo di indiscutibile esposizione mediatica, avrà probabilmente notato una “mano” ricorrente dietro a molti videoclip.

Che siano trasmessi da MTV Italia o Deejay tv, i video targati Makenoizie! lasciano il segno e si fanno ricordare.

Tra gli artisti che hanno usufruito di queste produzioni video troviamo Dargen D’amico, i Two Fingerz, I One Mic, Bassi Maestro e numerosissimi altri.

Mole24 ha avuto modo di fare qualche domanda ad Andrea “REX” Revelli, regista di tutti i clip sopracitati.

 

Quattro chiacchiere con Andrea "REX" Revelli, uno dei più importanti registi di videoclip italiani

Ciao Andrea. Per chi conosce da tempo l’underground torinese non sei un nome nuovo.Lo studio Makenoize! ha sfornato numerose produzioni musicali prima di dedicarsi anche al mondo video. Raccontaci brevemente il tuo percorso. Quando e come è iniziata questa avventura?

 Makenoize! nasce ormai 11 anni fa come studio personale per registrazione e mixaggio audio. Dopo poco però abbiamo aperto al pubblico a causa della domanda da parte di molti amici e colleghi musicisti. La crescita negli anni è stata da una parte spaziale, cosa che ha fatto sì che ci trasferissimo all’attuale indirizzo di corso Montecucco 95, e dall’altra qualitativa, investendo in modo costante in hardware e software. Per quanto riguarda i video invece l’avventura è iniziata 4 o 5 anni fa, ed oggi il Makenoize! conta anche diversi collaboratori.

Correlato:  Golf, Milano strappa a Torino l'Open d'Italia

 Sappiamo che per ogni genitore ogni creatura è la migliore, ma c’è un video di cui vai più fiero per riuscita o riscontro del pubblico?

A costo di essere banale dirò che il migliore video è sempre il prossimo.

Mi piace ripetermi questo concetto mentre lavoro. I videoclip tuttavia sono spesso imprevedibili. A volte lavori a produzioni che in qualche modo saprai già che saranno un successo, come nel caso di “Odio volare” di Dragen o “Buffo” dei Two Fingerz, ma altrettante volte ti riservano piacevoli sorprese come è successo con i Videomind o con “Scusami” dei OneMic, che ha superato i 2 milioni di visualizzazioni su YouTube.Il mio piacere personale viene a volte da clip più underground che mi permettono di viaggiare. Per esempio, sono stato Londra per DMC o ad Istanbul per Rayden. Vi do un’anteprima: il video di prossima uscita di Walter X ha portato Makenoize! a fare riprese per tutta Italia, a Parigi, New York e… concluderemo con Tokio!

Se potessi scegliere un artista con cui non hai mai collaborato di chi vorresti realizzare un videoclip?

Se potessi scegliere nella scena rap italiana direi sicuramente Posi Argento e i Colle der Fomento, mentre per quella pop mi piacerebbe lavorare per Cremonini e Jovanotti… e visto che sognare non costa nulla sarebbe bello dirigere un video per i Daft Punk.

Correlato:  E se la ferrovia diventasse una pista ciclabile?

Quattro chiacchiere con Andrea "REX" Revelli, uno dei più importanti registi di videoclip italiani

Come vedi la scena musicale italiana? Soldi, potere e rispetto non sono roba per noi?

Direi di no, ma in questo momento c’è una bella offerta musicale. Nonostante ora l’hip hop in Italia sia diventato mainstream credo ci sia molta qualità ed anche la varietà non manca.

A quali progetti stai lavorando ora? Dopo audio e video ci sono progetti in cantiere?

Stiamo preparando diversi video di cui preferisco, per ora, non svelare i nomi (Makenoize! viaggia attualmente su una media di 2 video al mese) ed inoltre ci siamo lanciati nel mondo del 3D. Stiamo infatti lavorando a produzioni video in questo campo ed allo stesso tempo ci siamo dati alla stampa tridimensionale con l’acquisto di una macchina che ce lo consente. Credo che la stampa 3D segnerà una rivoluzione tecnologica.

Come sarebbe il video ideale diretto da Andrea Revelli se avesse una produzione hollywoodiana?

Direi uguale a quello di Suit & Tie di Justin Timberlake feat. Jay-Z… che tra l’altro è diretto da un certo David Fincher.

 

Grazie Andrea ed in bocca al lupo per il futuro di Makenoize! che a quanto pare promette davvero bene!

di Michele Albera



Commenti

SHARE