Home Arte La passione di Torino di Hans Memling

La passione di Torino di Hans Memling

506
SHARE
La passione di Torino Hans Memling
La passione di Torino Hans Memling
Tempo di lettura: 1 minuto

A Torino, e più precisamente alla Galleria Sabauda, è custodito un famoso dipinto ad olio su tavola rappresentante in un’unica tela l’intera passione di Cristo del celebre pittore fiammingo Hans Memling.

Curioso è il metodo con cui è stato datata la tela: i due committenti del dipinto, Maria e Tommaso Portinari (funzionario dei Medici) sono rappresentati nelle due estremità inferiori della tavola. Il fatto che sia solo raffigurata la coppia e nessun figlio ha condotto all’ipotesi che il quadro sia stato composto prima della nascita della prima figlia, intorno al 1471 circa.

Nella tavola viene rappresentato un caleidoscopico piccolo universo cittadino in cui vengono collegati tutti i vari episodi della Passione di Gesù Cristo.

Si parte così in alto a sinistra con la sua entrata ad una idealizzata Gerusalemme (il cui skyline di torri e alte guglie rimanda più alle città commerciali fiamminghe care all’artista) e si arriva fino alla crocifissione in alto a destra.

Alle due estremità troviamo la deposizione nel sepolcro fino all’apparizione agli apostoli sul lago Tiberiade.

La passione di Torino Hans Memling

Hans Memling non risparmia alcun spazio nel dipinto, sia in primo piano come nello sfondo sono così rappresentate tutte le numerose scene della passione lasciando però una facile leggibilità e coerenza nella composizione.

Il quadro affascina non solo per gli interessanti squarci paesaggistici ma anche nei semplici dettagli e nella minuzia con cui vengono riprodotte le singole fasi della storia.

Correlato:  Torino, Borgata Lesna: un paese in città

Estrema cura viene data inoltre agli effetti luminosi attraverso una diversa illuminazione della città: chiara e immersa nella luce del mattino a destra, cupa e notturna sulla sinistra. Un passaggio dal buio alla luce, dal dolore alla speranza.

 

Umberta Pansoya di Borio

(Seguici su Facebook)

 



Commenti

SHARE