Home Cronaca di Torino “Cosa succede in città”: iniziano oggi gli incontri organizzati dall’associazione Cento...

“Cosa succede in città”: iniziano oggi gli incontri organizzati dall’associazione Cento per Cento Lettori

1
SHARE
"Cosa succede in città": iniziano oggi gli incontri organizzati dall’associazione Cento per Cento Lettori Circolo dei lettori Torino

Sei incontri dibattito al Circolo dei Lettori per raccontare una certa idea di Torino. Potrebbe riassumersi con queste poche parole l’intento di “Cosa succede in città”, ciclo di incontri-dibattiti organizzati dall’associazione Cento per Cento Lettori.

Nata da poco più di un anno, l’associazione è formata da “insospettabili lettori per vocazione, professionisti per dovere”.

Esponenti della società civile che amano confrontarsi e scambiare opinioni su temi che spaziano dall’architettura alla scuola, dal territorio all’integrazione sociale e alla salute passando per l’economia, l’impresa e last but not least per la cultura. La mission di Cento per Cento lettori è quella coinvolgere forze e fermenti culturali, attrarre esponenti della società fino a raggiungere il numero simbolico di cento persone così da realizzare una sorta di azionariato diffuso a sostegno del Circolo dei Lettori, bacino nel quale la voce e lo spirito di Torino entrano per uscirne sotto forma di cento fiumi, forme e iniziative.

"Cosa succede in città":  iniziano oggi gli incontri organizzati dall’associazione Cento per Cento Lettori

Il primo incontro in calendario, intitolato “Cari maestri” vedrà, lunedì 28 gennaio alle 21 confrontarsi Anna Beretta dirigente scolastico della scuola media Meucci, Sonia Brunetti Luzzati della scuola media Colonna e Finzi, Elena Cappai dell’istituto comprensivo Pertini, Vitangelo Denora dell’istituto Sociale, l’ex assessore alla Cultura della giunta Bresso e dirigente del liceo classico D’Azeglio Gianni Oliva e Mauro Pace dell’istituto salesiano Valsalice.

Il dibattito, introdotto dal notaio torinese Giulio Biino, avrà come filo conduttore i vizi, le virtù della scuola italiana e le prospettive per il futuro per comprendere se la scuola possa ancora essere considerata un istituto idoneo alla formazione dei giovani.

Lo sviluppo della Torino del futuro, le sfide che attendono il territorio, possibilità e limiti che condizionano ogni scelta urbanistica saranno invece al centro del dibattito in programma per lunedì 25 febbraio alle 21 “Dalle Alpi al Po.

Correlato:  Save the date: domenica 5 luglio si svolgerà la Cena in Bianco

L’architetto Carlo Pession introdurrà gli interventi di Carlo Alberto Barbieri docente di Principi di pianificazione al Politecnico di Torino, di Franco Corsico ex assessore comunale all’Urbanistica, Livio Dezani direttore per l’urbanistica della Regione Piemonte, Anna Prat direttrice dell’associazione Torino strategica e l’architetto Matteo Robiglio.

"Cosa succede in città":  iniziano oggi gli incontri organizzati dall’associazione Cento per Cento Lettori Circolo dei lettori Torino

Di cittadinanza si parlerà invece nel terzo appuntamento, in programma per lunedì 25 marzo. “Cittadini si diventa” sarà infatti uno spazio in cui confrontarsi sul tema di un corso di cittadinanza che integri i cittadini stranieri attraverso la trasmissione di concetti giuridici di base.

L’avvocato Marco Rossi introdurrà la professoressa Roberta Aluffi docente di sistemi giuridici comparati ed esperta di diritto musulmano presso la facoltà di Giurisprudenza di Torino, Francesco Remotti docente di antropologia culturale, Lamine Sow responsabile delle politiche dell’immigrazione per la Cgil, Lorenzo Trucco presidente delle Associazioni studi giuridici sull’immigrazione e Vladimiro Zagrebelsky direttore del Laboratorio diritti fondamentali. Porteranno la propria testimonianza Preci Beji, Melissa Borja Marrugo, Paola Pignatelli e Moustapha Talla.

Lunedì 15 aprile si parlerà invece di salute.

Nel corso dell’incontro “La città dei trapianti”, Antonio Amoroso, Pierpaolo Donadio e Mauro Salizzoni rispettivamente responsabile del centro regionale trapianti, direttore del reparto di anestesia e rianimazione e responsabile del centro trapianti del fegato presso le Molinette moderati da Ottavio Davini, direttore dell’unità operativa di radiologia del pronto soccorso della stessa struttura racconteranno la Torino all’avanguardia in ambito nazionale ed europeo nel campo delle attività trapiantologiche.

Chiudono il ciclo di incontri, lunedì 6 maggio “Piccoli imprenditori crescono” con Luca Asvisio, Gianluca Codebò e Massimo Pedrana e l’appuntamento conclusivo “Fondamenta culturali” curato da Paola Giubergia, presidente dell’associazione Cento per Cento Lettori.

Correlato:  Un panettone d'oro e diamanti da 80.000 euro sfornato senza la licenza

A. Porro

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here