Home Cronaca di Torino L’università torinese incontra la Bolivia

L’università torinese incontra la Bolivia

6
SHARE
Università Torino incontra la Bolivia
Università Torino incontra la Bolivia

Sembrano non essere destinati ad affievolirsi i legami fra Torino e numerose città estere.

Nemmeno il tempo di tornare dalla Germania che, durante un incontro a Palazzo Civico, la città sabauda e La Paz hanno confermato e rinforzato i rapporti che già adesso hanno in essere, particolarmente legati all’università: “I proficui rapporti di scambio e cooperazione che intercorrono fra l’ateneo torinese e l’Universidad Mayor de San Andrés di La Paz, la maggiore università boliviana, sono la riprova della validità dei protocolli che la nostra Città sigla con realtà estere – il commento del sindaco Fassino – Infatti, Torino è da tempo partner di La Paz, con cui ha collaborato in progetti europei dedicati ai giovani, a conferma dell’importanza che le amministrazioni di tutto il mondo attribuiscono alle politiche per le nuove generazioni”. Il Sindaco ha incontrato il rettore dell’Universidad Mayor de San Andrés di La Paz, Teresa Rescala, e il collega dell’Università di Torino.

La Paz, situata a 3.600 metri dal livello del mare, è la sede del Governo della Bolivia ed è capoluogo dell’omonimo dipartimento.

Torino entrò in contatto con la metropoli sudamericana nel 2009, nell’ambito del progetto europeo Mirando al Mundo, grazie al quale furono realizzati Osservatori del mondo giovanile in sei città dell’America Latina.

Mirando al Mundo ha contribuito al miglioramento delle capacità degli Enti Locali di Bolivia, Argentina e Brasile, grazie alla programmazione di politiche e azioni per la partecipazione, l’integrazione, il coinvolgimento dei gruppi giovanili.

Il legame fra Torino e La Paz fu poi rafforzato nel novembre del 2011, in occasione del Seminario conclusivo del progetto: venne siglato un Protocollo di amicizia, scambi e cooperazione decentrata, della durata di tre anni, per accrescere l’amicizia e i rapporti istituzionali fra le due Città promuovendo azioni di scambio e cooperazione su alcune tematiche di comune interesse (lavoro, economia, pianificazione urbana, politiche sociali e culturali).

Andrea Besenzoni

 

Andrea Besenzoni

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here