Home Teatro Pigiama per tutti! Si ride al teatro Astra (anche a San Silvestro)

Pigiama per tutti! Si ride al teatro Astra (anche a San Silvestro)

278
SHARE

Si rinnova in scena l’efficace sodalizio Iossetti-Beltramo Insegno, quest’anno sul palco del teatro Astra, in via Rosolino Pilo, a Torino, con lo spettacolo Pigiama per 6, un testo del commediografo francese Marc Camoletti.

Squadra che vince non si cambia e, dopo il successo delle passate stagioni al Teatro Cardinal Massaia, si riforma in altra sede il trio composto dai due attori molto amati dal pubblico torinese (Carlotta Iossetti e Andrea Beltramo), insieme al comico e regista romano (Claudio Insegno), che, tra i suoi lavori, attualmente firma anche la regia del musical “Shrek”, la cui tournée sta riscontrando ampio gradimento da parte del pubblico in tutta la penisola.

Nonostante il testo abbastanza “datato” (1965), l’incontro con il pubblico dell’Astra, magari meno avvezzo ai ritmi della “commedia degli equivoci”, ha prodotto risultati comunque soddisfacenti.

Si è sfiorato il “tutto esaurito” e la platea ha dimostrato di apprezzare l’allestimento firmato da Claudio Insegno, che conferma la sua innata capacità nel “fare centro”, dal punto di vista dei tempi comici.

Una coppia, Jacqueline e Bernard, invita in villa un amico di lui, Robert (Insegno), che è anche l’amante segreto di lei (Daniela De Pellegrin). Ma l’invito nasconde un altro tranello: Bernard (Beltramo), il tradito, è a sua volta traditore ed ha invitato la sua amante Brigitte (Ilaria Fratoni) con l’intenzione di spacciarla come la fidanzata di Robert. Una cameriera ad ore, ingaggiata per telefono all’ultimo momento (Iossetti), si inserisce involontariamente in questa girandola di ruoli e, come se non bastasse, il suo nome è lo stesso dell’amante di Bernard:Brigitte!

In questo classico schema da farsa fanno capolino anche un uomo affetto da un (fin troppo evidente) disturbo della personalità (Guido Ruffa, il Lupo Lucio della “Melevisione”, n.d.r.) e lo strampalato coinquilino gay (Ettore Lalli), il quale, fraintendendo la già complicata situazione, fa in modo che si svelino tutte le carte in tavola.

Uno spettacolo divertente, il cui ritmo non va a perdersi, seppure talvolta così frenetico al punto da suscitare la risata nel pubblico, anche senza gli applausi “di rito”.

I beniamini Carlotta Iossetti e Andrea Beltramo non si risparmiano sul palco e, già dalla “prima” danno il meglio di sé, dimostrando che l’affetto del pubblico è ben riposto. Lo stesso vale per tutti gli altri attori, a cominciare da Daniela De Pellegrin, passando per Claudio Insegno, per finire con Ilaria Fratoni, la quale colpisce innanzitutto con il suo fascino e, oltretutto, proprio con questo spettacolo è al suo esordio teatrale.

Le musiche sono firmate da Jacopo Fiastri, i raffinati costumi sono di Agostino Porchietto; le splendide e preziose scene sono curate da Erika Doria, mentre light designer (questa volta insostituibile anche alla consolle audio), il “mago delle luci”, Pietro Striano.

Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Astra, per tutto il periodo delle festività, con una doppia replica il 6 gennaio, h 16 e h 21. Il 31 dicembre spettacolo alle ore 20 e brindisi al nuovo anno con tutto il cast, con ingresso a € 50.

 R.Mazzone@mole24.it

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here