Home Teatro Compagnia Piccolo Teatro D’Arte stagione 2012 /2013

Compagnia Piccolo Teatro D’Arte stagione 2012 /2013

285
SHARE

La Compagnia Piccolo Teatro D’Arte continua anche per la stagione 2012/2013 la consolidata collaborazione con imusei di Torino, protagonista con i suoi spettacoli in luoghi spesso non teatrali, ma ormai ‘teatralizzati’.

Dal Museo della Resistenza al Borgo Medievale fino al Museo di Scienze Naturali questi gli spazi in cui si snoderà la stagione.

E grazie al Patrocinio del Comune di Torino anche la Cavallerizza Reale ospiterà la Compagnia, che ha la sua sede, insieme all’Accademia, presso Open011, interessante location in posizione strategica (corso Venezia 11 – Torino), che offre la possibilità di accogliere pubblico e operatori extra-locali.

Anche in questa stagione sui palchi saranno in scenasia gli attori professionisti della compagnia stabile che i giovani del Laboratorio Permanente ,alcuni tra loro già brillantemente inseriti nel mondo teatrale.

La Compagnia da sempre pone al centro della propria attività la formazione di attori con un’attenzione al loro ‘collocamento’ professionale, la scelta mirata di testi classici , di contemporanei e la drammaturgia originale, la volontà di portare il teatro oltre i consueti spazi e un forte legame con le realtà territoriali.

In scena alcuni tra gli spettacoli presentati nell’ambito di importanti festival: dalla rassegna Garofano Verde di Roma al Festival Mondiale del Teatro di Mosca , da Avignon a Cartagine.

 Riparte nel frattempo l’attività dell’Accademia rivolta ad allievi a partire dai dieci anni: futuro pubblico o futuri attori, nel frattempo giovanissimi che incontrano il Teatro, imparano a conoscerlo e lo agiscono.

cavallerizza reale Torino teatro
cavallerizza reale Torino teatro

 Apre la stagione, mercoledì 19 e giovedì 20 dicembre, presso il Teatro Araldo di via Chiomonte, a Torino, FAIRIES, una carrellata shakespeariana che racchiude tutto ciò che di Shakespeare deve essere interpretato prima dei diciotto anni: infatti saranno i giovani dell’Accademia a rappresentarlo con i loro docenti: una scelta forte, coraggiosa, connotativa della volontà formativa della Compagnia.

Lo spettacolo, scritto e diretto da Claudio Ottavi Fabbrianesi, non narra una storia di Shakespeare ma lo fa con le sue parole, utilizzando situazioni e personaggi che, senza perdere la loro riconoscibilità, sono presi da opere diverse.

Prospero (Shakespeare) attrae, con la sua arte magica, il Principe Romeo sull’isola semideserta (la scena) in cui vive, e inscena con l’aiuto di Ariel (Spirito della poesia) un nuovo dramma architettato e condotto tra sogno e realtà, al fine di istruire sua figlia Giulietta sui mutevoli aspetti che caratterizzano Amore. Per far ciò coinvolge nel disegno Viola, amica di Giulietta pronta a dividere con lei gioie e dolori, e Lisandro, un giovane isolano segretamente innamorato di Viola. La vicenda evolve assumendo sia i toni del dramma che della farsa, rendendo protagonista la natura animista dell’immaginario elisabettiano, teatro di spiriti e delle gesta bizzarre del Piccolo Popolo che si muove a passo di danza al ritmo sapientemente scandito dalla bacchetta di Prospero.

 In gennaio vedremo MAGDALENE, tra le scelte di Rodolfo Di Gianmarco per la prestigiosa rassegna Garofano Verde 2012.

 Il Museo di Scienze Naturali , partner ‘storico’ del Piccolo Teatro d’Arte accoglierà invece I BAMBINI GIAGUARO , spettacolo itinerante attraverso le diverse sale, ambientato in Brasile.

 Quattro serate a marzo con La Notte degli Assassini, vincitore del Festival Mondiale del teatro Your Chance di Mosca, apprezzato al festival AvignonOff.

Ambientato nel Sudamerica degli anni ’50, racconta e sviluppa il tema del conflitto con i genitori, nel suo aspetto peggiore di dramma sociale.

In scena con la Compagnia Stabile il Quintetto Architorti.

 Ad aprile, in scena presso la Cavallerizza Reale – Manica Corta, PROCESSO A ORESTE, con testi tratti da Eschilo e Pier Paolo Pasolini.

 La stagione si chiude nel mese di maggio al Borgo Medievale, presso il Parco del Valentino, con con un’immersione in testi, musica e cultura medievale: CONTRASTI TRA AMORE E MORTE racconta e rappresenta temi, riti, religione e goliardia del Duecento, avvalendosi anche di elementi della nazionale italiana di scherma medievale.

In scena tredici attori insieme agli allievi dell’Accademia.

 Un cartellone ricco di spunti, il cui filo conduttore è la varietà dei temi e dei linguaggi, la ricerca di nuove forme teatrali e un’offerta dedicata a un pubblico sempre più ampio che ci auguriamo ci raggiunga anche da altri luoghi.

Info e prenotazioni: ilpiccoloteatrodarte@gmail.com – 340.262.5650

a cura di Roberto Mazzone

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here