Home Cronaca di Torino Arriva il freddo, i musei si affollano.

Arriva il freddo, i musei si affollano.

1
SHARE

I torinesi (e i turisti) sfidano il freddo chiudendosi nei musei: questo quantomeno stando ai dati della Fondazione Torino Musei sulle affluenze nel mese di novembre e dei primi giorni di dicembre. Due le festività incluse in questi conteggi (Immacolata e Tutti i Santi), anche se soltanto quella di inizio novembre ha permesso a molti di restare a casa dal lavoro per il ponte, mentre l’8 dicembre, sfortuna delle sfortune, è caduto in calendario di sabato.

Venendo ai dati: oltre ottomila i visitatori della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, e anche la cifra di dicembre è incoraggiante: duemila persone in nove giorni. A Palazzo Madama hanno visitato il Museo d’Arte Antica sedicimila persone a novembre, quattromila nel mese iniziato da poco, ma il dato eclatante è l’ingresso allo scalone juvarriano e alla Corte Medievale: ventisettemila persone a novembre, oltre diecimila solo a dicembre.

Buone anche le visite al Mao, Museo d’Arte Orientale (4.555 biglietti staccati il mese scorso, 1685 dal 1 al 9 dicembre), mentre in città uno dei punti di forza del turismo si conferma il buon vecchio Borgo Medievale: 2300 ingressi alla Rocca a novembre, oltre 700 a dicembre, mentre è il numero dei visitatori al Borgo a essere davvero di rilievo: 46 mila persone a novembre, 14 mila nel mese in corso.

Un novembre a tutto turismo, quindi, e la conferma arriva anche dai numeri davvero imponenti di un altro evento autunnale del panorama culturale sabaudo, la mostra dedicata al gioielliere Fabergè alla Reggia di Venaria Reale: oltre 20 mila persone solo durante il ponte del primo novembre, oltre centomila visitatori totali al momento in cui, lo scorso 9 novembre, l’apertura fu prorogata di un mese. C’è da immaginare che i numeri degli ultimi giorni abbiano mantenuto questo trend davvero notevole.

A.M.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here