Home Cronaca di Torino TAV: a Torino il futuro vertice e le future manifestazioni

TAV: a Torino il futuro vertice e le future manifestazioni

6
SHARE
TAV: a Torino il futuro vertice e le future manifestazioni
TAV: a Torino il futuro vertice e le future manifestazioni

Sarà Torino ad ospitare il prossimo anno il prossimo vertice bilaterale italo-francese.

Le due nazioni si sono incontrate a Lione qualche giorno fa, di fatto ridando slancio al progetto del Treno ad Alta Velocità, la (per gli abitanti della Valle di Susa) famigerata TAV , un’opera da 8 miliardi e mezzo di euro, che collegherà con treni ad alta velocità Torino e Lione e che, anche la settimana scorsa in Francia è stata accolta da manifestazioni di protesta, in particolare da parte di cittadini italiani.

Il bilancio è stato negativo anche per sei BUS  provenienti da Torino, fermati alla frontiera italo francese.

TAV: a Torino il futuro vertice e le future manifestazioni
TAV: a Torino il futuro vertice e le future manifestazioni

La questione rilancia, casomai ce ne fosse bisogno, il problema dell’ordine pubblico: Torino ha ospitato un numero ormai difficilmente quantificabile di manifestazioni, dal famoso corteo dei trentamila guidati da Beppe Grillo nel dicembre 2005 a quella che da Torino si è estesa al cantiere di Chiomonte lo scorso febbraio (in quel caso si sfiorò anche la tragedia, con la caduta da un traliccio dell’alta tensione in Val di Susa del manifestante Luca Abbà).

Anche gli scontri di LIONE  di qualche giorno fa, nei quali i manifestanti erano quasi in egual numero italiani e francesi (un migliaio in totale, di cui circa 400 “padroni di casa”), si sono estesi anche al di qua delle Alpi: a Chiomonte sono stati 200 i cittadini contro la Tav che hanno protestato, dando vita insieme alla Polizia a un lancio reciproco di pietre, petardi e lacrimogeni.

E non è un caso che il movimento No Tav abbia già fatto sentire la sua opinione a riguardo: «Non ne abbiamo ancora parlato, ma sicuramente, fino a quando fisseranno la data di questo nuovo vertice, immagino si costruirà un percorso per arrivare a una mobilitazione – spiega Gianluca Pittavino  del movimento No Tav all’Huffington Post – E di certo non sarà una roba da mille persone come quella svoltasi a Lione».

 

TAV: a Torino il futuro vertice e le future manifestazioni

Intanto Torino celebra la possibilità di ospitare il presidente Hollande in un futuro, nel quale con ogni probabilità non sarà Mario Monti, in odore di dimissioni, a fare gli onori di casa:

«Siamo grati al Presidente Monti e al Presidente Hollande di avere accolto la proposta avanzata dalla nostra città di tenere a Torino il vertice bilaterale italo-francese del 2013 – dichiara il sindaco Fassino – La scelta non soltanto rinnova e consolida le relazioni che da sempre Torino ha con la Francia, ma è anche un importante riconoscimento della vocazione internazionale della nostra città, sempre più frequentemente sede di eventi e iniziative di valenza nazionale e internazionale. Il vertice italo-francese è tanto più significativo perché il prossimo anno si svolgerà nella nostra città “Torino incontra la Francia” con eventi, esposizioni, manifestazioni che si svilupperanno lungo tutto il 2013».  

 

A.M.

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here