Home Spor-to Juventus: Continassa e Vinovo nel futuro, domani il derby

Juventus: Continassa e Vinovo nel futuro, domani il derby

30
SHARE

Si sente, nell’aria che si respira a Torino, che siamo ufficialmente entrati nella settimana del derby.

Sabato sera non ci sarà spazio per sportività, pacche sulle spalle, per l’“io sono gobbo ma i granata mi stanno simpatici”. Sabato le due anime di Torino sono a confronto: quella operaia e più profondamente torinese contro quella dei padroni che vincono sempre. O, al contrario, per dirla alla maniera degli juventini, l’anima di chi ha il dna della vittoria contro quella di chi adora piangersi addosso.

E succederà in un anno particolare: perché per la prima volta da tempo una mano tesa alla dirigenza granata è arrivata nientemeno dal presidente Agnelli, che durante l’inaugurazione del corso intitolato a Gaetano Scirea vicino allo Juventus Stadium si è augurato che presto anche il Toro abbia la sua cittadella al Filadelfia, specificando (in barba a Moratti e all’Inter) come Juve e Toro siano le “uniche” due società ad avere vinto cinque scudetti di seguito.  Sottinteso: sul campo.

 

Juventus Stadium
Juventus Stadium

 

Ecco, a proposito di campo: il derby della Mole di sabato darà il via a un’usanza molto poco italiana, ma forse più londinese: due derby in due stadi diversi, il primo atto allo Juventus Stadium. Tralasciamo la polemica per i pochissimi biglietti messi in vendita dalla Juve (circa duemila, polverizzati in un batter d’occhio), il dato di fatto è che la partita di sabato sarà la prima nella nuovissima cittadella juventina.

Un progetto ambizioso, quello messo in campo dalla Juventus. E antico: ne parlavano, ere geologiche fa, Giraudo, Bettega e Moggi. Poi fu Calciopoli, poi fu il ritorno nel calcio che conta.

Un ritorno che la Juventus, onestamente, prevedeva un po’ più veloce (per inciso, i due settimi posti sono stati un incidente non preventivato): proprio in nome di questa risalita il progetto fu approvato dal Cda bianconero nel 2008, e dopo pochi mesi partirono i lavori di demolizione del Delle Alpi. In tre anni l’opera è stata completata e inaugurata (lo scorso 8 settembre 2011), e i numeri li conoscono tutti: 41 mila posti, 4 mila parcheggi, tre spogliatoi, 34 mila metri quadrati di area commerciale (l’Area12) e 30 mila di aree verdi. Per un costo di 105 milioni di euro, saliti a 120, cui aggiungere altri 20 per l’acquisto del terreno.

Riqualificazione Continassa Torino
Riqualificazione Continassa Torino

Ecco: l’acquisto del terreno.

Poche settimane fa il Consiglio Comunale ha varato, fra le proteste di parte della maggioranza e del Movimento 5 Stelle, la vendita alla società di un’altra area, quella della Continassa, a ridosso dello Juventus Stadium, sul quale la Juve ha intenzione di creare una cittadella comprendente il campo d’allenamento della prima squadra, la sede sociale, un hotel, un cinema multisala e residenze private.

La protesta e la polemica non derivano tanto dal progetto targato Juve, ma dal prezzo cui l’area sarebbe stata venduta: 350 mila metri quadri a 0,58 euro al metro quadro.

Riqualificazione Continassa Torino
Riqualificazione Continassa Torino

Una specie di regalo, si dirà.

Non tenendo conto, per esempio, che l’area della Continassa è praticamente lasciata a sé stessa da anni, che la Juventus ha un piano di investimento di 30 milioni di euro per ristrutturare la diroccata cascina che ne dovrebbe ospitare la sede. E che questo è solo una piccola parte di un progetto che, in estrema sintesi, riqualifica parte della nostra città con investimenti di circa 100 milioni di euro (oltre, ovviamente, a quelli già pianificati e in parte spesi per lo Stadium).

Terzo polo di questo piano di “invasione”, come potrebbe essere visto dal tifoso del Toro, è lo Juventus Training Center di Vinovo, praticamente davanti all’Ippodromo e a un passo da Nichelino.

Una cittadella in cui attualmente si allena la prima squadra, giocano le giovanili e, da quest’anno, studiano tutti i giorni i giovani calciatori bianconeri all’interno dello Juventus College.

Anche in questo caso il progetto è appena iniziato: si parla di un altro centro commerciale, sul modello di Area12 vicino allo Stadium, dal nome, in verità poco originale, di Mondo Juve, che però per ora stenta a partire, anche perché su un’area limitrofa c’è un altro grande shopping center nascituro: l’Auchan di Nichelino.

 Andrea Besenzoni

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here