Home Cronaca di Torino L’originale “invito a cena con delitto”

L’originale “invito a cena con delitto”

291
SHARE

Immaginate di essere una sera a cena al ristorante con i vostri amici o con il vostro partner.

All’improvviso uno sparo sconvolge la tranquilla atmosfera della sala e getta il panico tra i commensali.

Qualcuno entra e dopo pochi passi si accascia a terra, esanime.

Signori e signore, il cadavere è servito!

Tocca a voi trasformarvi in Scherlock Holmes e risolvere il caso, individuando assassino e movente grazie agli indizi che vi verranno forniti nel corso della serata.

Questo è Invito a cena con delitto, un modo per passare una serata diversa tra suspense, colpi di scena e battute esilaranti.

A portare il format in Italia, nel 1998, è stata Graziella Porro già storica voce della radiofonia piemontese e volto della televisione locale, nonché giornalista ed organizzatrice di eventi insieme al compagno Silvio Zucco.

I due intraprendenti torinesi, reduci da una vacanza in Gran Bretagna dove ebbero modo di conoscere e studiare il format basato sul celebre ed omonimo film con Peter Sellers, David Niven, Truman Capote e Peter Falk, decisero di portarlo in Italia.

Prendendo spunto dall’originale lo spettacolo venne organizzato per la prima volta nel castello medioevale di Pavone Canavese ed ottenne da subito un grande successo.

In poco tempo i castelli e le dimore storiche piemontesi divengono troppo “stretti” e alcuni ristoratori iniziano a mostrare interesse per il format. Invito a Cena si sposta così nei ristoranti e c’è chi decide anche di organizzarlo in occasione di feste private per offrire un innovativo intrattenimento ai propri ospiti.

Oggi Invito a cena con delitto viene organizzato in tutta Italia potendo contare sempre su un cast di attori professionisti, tutti aventi all’attivo produzioni teatrali e cinematografiche di livello nazionale.

Chiunque volesse saperne di più può visitare il sito www.invitoacenacondelitto.it oppure la pagina Facebook www.facebook.com/cenacondelittoloriginale.

 

Umberta Pansoya di Borio

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here