Home Spor-to Domenica Torino capitale del remo!

Domenica Torino capitale del remo!

3
SHARE

È con lo slogan “Torino capitale del canottaggio” che domenica si celebra a Torino la ventunesima edizione del “Silver Skiff”, gara internazionale che a partire dalle 10 sarà organizzata nella sede della Reale Società Canottieri Cerea.

Una manifestazione tutta torinese, che nacque dal 1992 come gara tra i soci del club e che con il passare gli anni è cresciuta parecchio, fino a diventare una delle prove ufficiali del calendario federale.

Protagonista, nemmeno a dirlo, sarà il Po, che sarà “terreno” di sfida delle imbarcazioni che dovranno percorrere 11 chilometri: partenza e arrivo al Cerea, inizio controcorrente lungo la riva destra del fiume, giro di boa all’isolotto di Moncalieri e ritorno sulla sponda opposta.

Domenica Torino capitale del remo!
Domenica Torino capitale del remo!

Altra peculiarità del Silver Skiff è la mancanza di categorie di gara: partecipano tutti, dai seniores agli juniores con l’aggiunta quest’anno degli adaptive (diversamente abili): il via è individuale, ogni venti minuti.

E non si creda si tratti di una sfida fra amici, come fu anni fa: domenica è attesa la medaglia d’argento a Londra 2012, la compagine della Croazia, che sfiderà altre squadre olimpiche, come la Germania, l’Olanda e, ovviamente, l’Italia.

Proprio il miglior azzurro sarà insignito del trofeo “Riccardo Vitale”, intitolato all’ ex presidente del Cerea recentemente scomparso. Gustosa anteprima sabato, con il “Kinder Skiff” riservato ai ragazzi fino ai 14 anni di età, a partire dalle 13.30, su distanza di 4 chilometri.

«È motivo d’orgoglio – la nota dell’assessore allo sport Stefano Gallo – Sapere che anche quest’anno ai nastri di partenza ci saranno i migliori atleti del mondo sia in campo maschile che in quello femminile. Manifestazioni come queste, dimostrano come Torino sia capace di organizzare degli eventi sportivi di alto livello e di meritare a pieno il recente titolo di Capitale Europea dello Sport per il 2015».

 

Andrea Besenzoni

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here