Home Cronaca di Torino Electionnight la lunga notte elettorale raccontata dalla fondazione Re Rebaudengo

Electionnight la lunga notte elettorale raccontata dalla fondazione Re Rebaudengo

2
SHARE

Obama c’è.

Di nuovo lui, l’hawaiano che buca lo schermo e che rappresenta la rivoluzione culturale di una nazione (primo presidente di colore della storia a stelle e strisce nel 2008) è stato rieletto la scorsa notte con percentuali superiori alle attese.

Ieri sera vi abbiamo raccontato via Twitter i passi salienti della lunga corsa alla Casa Bianca, in diretta dalla sala Horowitz della fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Nella splendida cornice della mostra “For President” (di cui abbiamo parlato qualche settimana fa), La Stampa e SkyTg24 hanno dato vita a questa maratona giornalistica con gli interventi di stimati esperti e personaggi noti.

 

Electionnight: diretta dalla Fondazione Rebaudengo
Electionnight: diretta dalla Fondazione Rebaudengo

Giovani e meno giovani hanno raccolto l’invito del direttore Mario Calabresi e si sono accalcati nella sala stampa allestita per l’occasione in attesa dei primi risultati provenienti da oltre oceano.

Tra analisi politiche ed economiche con gli ospiti in studio e i collegamenti degli inviati dai quartieri generali degli sfidanti a Chicago e Boston, c’è stato anche il tempo per scherzare. Giacomo Poretti, il burbero comico del trio Aldo, Giovanni e, per l’appunto, Giacomo, interpellato sulle sue preferenze ha risposto: “Per chi faccio il tifo? Io tifo Inter!” e ha lanciato una frecciatina al bianconero padrone di casa dott. Calabresi “Non è la prima volta che sono invitato senza sapere cosa dire, ma sono venuto per portare un segno di giustizia (ndr si riferisce alla partita Juve-Inter)”.

Poco dopo anche Massimo Gramellini ha utilizzato il calcio per rinvigorire la discussione, esordendo con “La notizia principale di oggi non è certamente l’elezione del Presidente degli Stati Uniti, ma il fatto che Cairo tirerà fuori i soldi per ricostruire il Filadelfia” e anche lui ha sfidato il suo direttore: “il Toro è una squadra di livello mondiale, ma ciò che più conta è che ha sempre vinto onestamente!”. Calabresi ha elegantemente glissato e si è continuato a discutere delle caratteristiche dell’elettorato di Obama, ispanici, neri e giovani soprattutto, contrapposto al segmento bianco e rurale di Romney.
Electionnight: diretta dalla Fondazione Rebaudengo
La corrispondenza di Gianni Riotta, ma soprattutto la telefonata del cantante Jovanotti, attualmente a NYC, hanno chiarito al pubblico e agli opinionisti il clima che si è respirato in questi ultimi giorni di campagna elettorale, mentre il boss del magazine Rolling Stones ha ricordato il grande contributo dato dagli artisti americani ai due candidati, con la discesa in campo di Bruce Springsteen e del rapper Jay-z per il presidente uscente e Clint Eastwood in favore dello sfidante repubblicano.

Electionnight: diretta dalla Fondazione Rebaudengo
Mentre la mappa proiettata sul muro iniziava a colorarsi e i numeri dei voti diventavano certezze col passare delle ore, la serata si è chiusa in realtà con un nulla di fatto. L’anchorman di serata Mario Calabresi ha concluso la manifestazione quando erano da poco passate le tre del mattino e, seppur Barack Obama sembrasse avere una leggera prevalenza negli stati chiave (Ohio, Florida e Virginia), si aspettava ancora il conteggio definitivo in molte altre contee decisive.

 

Electionnight: diretta dalla Fondazione Rebaudengo
Electionnight: diretta dalla Fondazione Rebaudengo

Niente cascata di palloncini allora, ma la sensazione di aver fatto parte di una diretta interessante e mai banale, capace di divertire ed informare allo stesso tempo in un contesto più unico che raro.
Grazie a La Stampa e SkyTg24 per l’organizzazione, alla fondazione Sandretto Re Rebaudengo per l’ospitalità e a Mole24…per avermi fatto passare la notte insonne!
Marco Parella

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here