Home Teatro Santa Cultura in vicoli

Santa Cultura in vicoli

4
SHARE

Dal3 al 18 novembreSan Pietro in Vincoli Zona Teatro si trasforma in un luogo di scambio e contaminazione tra differenti generazioni di artisti, varie forme d’arte e diversi tipi di pubblico.

Il progetto SANTA CULTURA IN VINCOLI è ideato da ACTI Teatri Indipendenti di Beppe Rosso e dal Laboratorio Permanente di Domenico Castaldo: definirlo una rassegna è improprio, piuttosto si configura come una serie di incontri nel corso dei quali ogni artista porta la sua opera – che sia spettacolo, progetto, film o libro – nel tentativo di generare uno scambio – utile a dibattere anche con il pubblico – di possibili scenari futuri per uscire dalla situazione attuale di crisi in cui versa la cultura. Una forma aperta, dunque, a cui si chiede la partecipazione del pubblico e di tutti coloro che alla cultura sono interessati per capire quali forme “compatibili” con i tempi si possono individuare.

E’ evidente che una fase si è chiusa e ogni cambio d’epoca presuppone la creazione di nuovi modelli, sia produttivi che organizzativi. La storia del teatro contemporaneo insegna che nei momenti di crisi si sente la necessità di ridefinire la funzione dell’arte commisurata alle risorse. Nei momenti di crisi è necessario trovare la forza di uscire dagli schemi acquisiti, incontrare e inventare un nuovo pubblico.

Ecco dunque che l’ex cimitero di San Pietro in Vincoli nel mese di novembre si trasforma in uno “spazio aperto” dove intrecciare attività artistiche e di incontro in nome di questa Cultura tenuta in Vincoli e a cui si vuole perlomeno allentare le catene.

Gli artisti incroceranno il pubblico con i loro spettacoli, studi o azioni dove le loro opere saranno rappresentate o anche smontate e raccontate in forma interattiva; tra una performance e l’altra, il pubblico ha la possibilità di incontrare gli artisti e sostare con loro in pausa gastronomica grazie alle cenette pret-à-porter dei Cuochivolanti e le prelibatezze della Gelateria Popolare.

La prima serata vede protagoniste due generazioni culturali, una sorta di confronto tra rappresentanti “junior” e “senior” del panorama artistico torinese : I Moderni, band torinese lanciata dal talent show X-Factor e Beppe Rosso, attore, regista, autore della compagnia ACTI Teatri Indipendenti.

I Moderni, a partire dalle 19,30, raccontano al pubblico, tra una esibizione a cappella e l’altra, la loro esperienza di giovani artisti che da Torino sono approdati al panorama musicale nazionale passando per il talent show X-Factor. Alle 21,30 Beppe Rosso sale sul palco con lo spettacolo Dei liquori fatti in casa, dal testo di Remo Rostagno: ambientato in un paese della provincia italiana nei primi anni sessanta, racconta gli umori e i sussulti di un’intera comunità la cui quotidianità viene improvvisamente scossa dall’arrivo di una giovane donna francese attorno alla quale si condensano gli avvenimenti, che rivelano valori, desideri, visioni, speranze di un paese e di una generazione. Un spettacolo che narra dell’epoca del boom economico, momento di cruciale mutamento sociale, quando tradizioni centenarie subirono, nel giro di pochi anni, un cambiamento radicale.

Il programma completo delle serate è consultabile sul sito www.teatriindipendenti.org /spettacoli/santa-cultura-vincoli

 RobertoMazzone@mole24.it

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here