Home Cronaca di Torino Treni, arrivano le ferrovie metropolitane torinesi

Treni, arrivano le ferrovie metropolitane torinesi

6
SHARE
Treni, arrivano le ferrovie metropolitane torinesi
Treni, arrivano le ferrovie metropolitane torinesi

Avete presente la Rer, la rete espressiva regionale di Parigi?

Si tratta di un sistema di convogli, a metà fra treni per gradi tratte e la metropolitana, che integra la rete del metrò parigino, arrivando a coprire quasi tutto l’hinterland della capitale francese.

A partire dalla fine del’anno si doterà di qualcosa di simile, fatte le dovute proporzioni.

L’entrata a regime della quasi ultimata nuova stazione di Porta Susa darà nuovo impulso ai treni del Sistema Ferroviario Metropolitano, realizzato dall’Agenzia per la Mobilità Metropolitana torinese, che porta avanti il progetto dal 2006: cinque linee di treni leggeri che, passando per le stazioni centrali torinesi (proprio Porta Susa è considerato uno dei poli più strategici) collegheranno i comuni dell’hinterland torinese.

 

Treni, arrivano le ferrovie metropolitane torinesi

Ogni linea avrà il nome di “Fm” (presumibilmente, ferrovia metropolitana) e un numero da uno a cinque. Partito l’esperimento qualche mese fa con la linea 3, che collega Torino ad Avigliana, a dicembre con l’entrata in vigore degli orari invernali delle Ferrovie sarà il momento di dare il via ai convogli tra Torino e Bra, Chieri e Rivarolo e Pinerolo e Chivasso.

Una rete imponente, che sarà implementata aumentando le stazioni di destinazione dei treni e che prevede numeri di tutto rispetto: il servizio prevede treni ogni mezz’ora, quindi fatto qualche conto dovrebbe transitare un convoglio ogni dieci minuti al di sotto del livello delle vie torinesi.

Porta Susa come detto sarà il centro di questa trasformazione e non a caso è la stazione che sta subendo i maggiori cambiamenti negli ultimi mesi, anche perché dovrà ospitare molti passeggeri: i 210 chilometri totali di rete ospiteranno fino a 68 mila persone, che saliranno e scenderanno da un numero fra i 70 e gli 80 treni al giorno per linea.

Unica tratta ancora definita in progettazione è la Orbassano-Stura, detta Fm5, che per ora è ferma. E per la quale è da capire sostanzialmente dove reperire i fondi necessari.

 

Andrea Besenzoni

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here