Home Arte Piemonte: un patrimonio per l’Unesco

Piemonte: un patrimonio per l’Unesco

89
SHARE

Chi l’avrebbe mai detto che il Piemonte può vantare l’iscrizione alla lista dei patrimoni mondiali dell’UNESCO per ben due tipologie di beni artistici singolari nel loro genere?

Le prime, riconosciute nel 1997, non potevano che essere le residenze sabaude in Piemonte, un insieme spettacolare di castelli, palazzi, ville di campagna e residenze di caccia connotati da uno stile particolare che riunisce il barocco ed il manierismo.Progettati dai maggiori architetti e artisti dell’epoca, quali Amedeo e Carlo di Castellamonte, Filippo Juvarra, Guarino Guarini e Ascanio Vitozzi.

Palazzo Reale Torino
Palazzo Reale Torino

A Torino troviamo ad esempio il Palazzo Reale, la prima e più importante delle residenze cittadine del re fino al 1865, il vicino Palazzo Madama , residenza nel XVII secolo delle duchesse reggenti, le madame reali da cui il nome, ed il monumentale palazzo barocco, Palazzo Carignano, dove nacquero Carlo Alberto e Vittorio Emanuele II e sede del primo parlamento italiano.

Palazzo Carignano patrimonio Unesco
Palazzo Carignano patrimonio Unesco

Verso il parco del Valentino sul lungo Po, allora ai bordi della città, troviamo il Castello omonimo, residenza preferita della Madama Reale Cristina di Francia. Sulla collina torinese spicca invece il complesso seicentesco residenza della regina Anna Maria d’Orléans: la Villa della Regina.

villa della Regina Torino
villa della Regina Torino

Il secondo importante riconoscimento dell’UNESCO, avvenuto nel 2003, riguarda i Sacri Monti, gruppi di cappelle ed elementi architettonici cristiani realizzati tra il XV e XVII secolo.

Sacro monte di Sacro Montdi Varallo Sesia (1486)
Sacro monte di Sacro Montdi Varallo Sesia (1486)

Oltre ad essere un significativo simbolo religioso vantano di un perfetto inserimento architettonico all’interno dei paesaggi naturali che li circondano. Sono inoltre dei veri e propri simboli territoriali, luoghi strategici caratterizzati da un’intensa storia e al cui interno troviamo raffinate opere d’arte ed affreschi.

Sacro Monte della SS. Trinità di Ghiffa (1591)

Dei sacri monti inseriti nella lista sette si trovano in Piemonte (Belmonte, Crea, Domodossola, Ghiffa, Oropa, Orta e Varallo) e sono stati inseriti nel sistema delle Aree protette della Regione Piemonte che provvede alla conservazione storica- artistica alla manutenzione e alla tutela dell’ambiente circostante.

 di Umberta Pansoya di Borio

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here