Home Spor-to Juve: stasera ricomincia contro il Chelsea il sogno europeo

Juve: stasera ricomincia contro il Chelsea il sogno europeo

1
SHARE

Dopo due anni, l’ultimo senza nemmeno la consolazione dell’Europa League, la Juventus ritorna in Champions. Sì, lo scorso anno senza coppe, alla fine, si è rivelato un elemento importantissimo nella lotta scudetto ai danni di un Milan che ha patito sul piano mentale l’eliminazione col Barcellona (da lì è iniziato il crollo, coi bianconeri affamati e spietati nell’approfittarne).  Sì, per i tifosi bianconeri, per il quieto vivere, è stato gradevole, una volta tanto, non dover litigare anche il mercoledì con le compagne, perché c’era la partita. Ma, per i fans della Signora, questa situazione può andare bene solo per un tempo limitatissimo:  e, infatti, la febbre per l’evento è altissima. I giocatori stessi, al di là del tanto abusato termine “professionismo”, che evoca freddezza al solo nominarlo, non stanno più nella pelle e lo dimostrano aggiornando continuamente Twitter e affini con le impressioni della vigilia.

 

Per ricominciare in un certo modo, non si poteva scegliere avversario migliore: il Chelsea campione in carica, guidato da Di Matteo, che ha portato i Blues a un’inaspettata vittoria nella scorsa Champions League, dopo tante opportunità sfiorate le stagioni precedenti. Un successo che ha fatto storcere il naso ai puristi del calcio, ma ha fatto strabuzzare gli occhi a chiunque ami il calcio, principalmente, per la sua imprevedibilità.  Quest’anno, orfani del totem Drogba, i londinesi hanno mostrato due facce: una, bruttissima, nella finale di Supercoppa Europea, quando Falcao li ha letteralmente demoliti, l’altra, convincente, in campionato, dove, trascinati dallo scatenato Hazard, sono primi da soli in classifica, dopo quattro turni, e solo le grandi parate di Julio Cesar, all’esordio col QPR, hanno negato loro il punteggio pieno. Vedremo, questa sera, quale volto mostreranno, o, perché no, quale volto la Juventus gli farà mostrare.

 

Uefa champions League 2012
Uefa champions League 2012

Già, perché la Juventus arriverà a Stamford Bridge con un po’ di emozione, soprattutto in qualche elemento più giovane, ma anche tanta consapevolezza. L’undici di Conte e Carrera, non vede l’ora di esportare il suo calcio offensivo e grintoso, con la speranza di raggiungere gli stessi risultati conquistati in campo nazionale e dimostrare che, con la solidità e con il gioco, si può sopperire tranquillamente, anche in Europa, alla mancanza del tanto decantato top player offensivo. A dire il vero, però, qualcuno che sta studiando da top player c’è e si tratta di Mirko Vucinic. Se, a Roma, il montenegrino sembrava tanto talentuoso, quanto discontinuo, col condimento di alcuni gol sbagliati da far invidia al Raducioiu di Verona, a Torino sembra stia conoscendo una lenta, ma costante maturazione, soprattutto dalla seconda parte della stagione scorsa, dimostrando di essere uno che può far svoltare una partita quando entra in campo. Il palcoscenico europeo può finalmente consacrarlo a giocatore di livello assoluto, dopo anni di dubbi sul suo conto.

 

Partita di prestigio, quindi, non rimane che godersela, sia da tifosi che da neutrali, e il fatto che, qualunque sia il risultato di stasera, non ci sarà nulla di compromesso per la qualificazione, dato il girone abbordabile, non inganni. Siamo certi che le due squadre non ci penseranno e non si risparmieranno. Perché quando parte la musica della Champions e i tifosi ruggiscono sugli spalti, di fare brutta figura, non ha proprio voglia nessuno.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here