Home Ambiente Sponsorizza un giardino: patto pubblico-privato per far rifiorire Torino

Sponsorizza un giardino: patto pubblico-privato per far rifiorire Torino

4
SHARE
Sponsorizza un giardino: patto pubblico-privato per far rifiorire Torino
Sponsorizza un giardino: patto pubblico-privato per far rifiorire Torino

Vi siete mai chiesti come  abbia fatto,  in un periodo di vacche magre come questo – economicamente parlando – il Comune  di Torino a stanziare decine di migliaia di euro  per  riqualificare alcune aree verdi della città?

La risposta è semplice,  il merito è del progetto “diventa sponsor di un giardino ”  promosso da Palazzo Civico,  lo scorso marzo, che ha deciso di chiedere  a società private di adottare  e riqualificare un ‘area verde cittadina.

Un’opera di manutenzione straordinaria ed ordinaria  protratta nel tempo e che in cambio  consentirà alla società sponsorizzatrice di legare il proprio nome ai progetti di cura del verde della ciità di Torino.

piazza Solferino impianto idrico realizzato dall'Aes

Le offerte fin da subito non sono mancate e così,  a neanche tre metri dal lancio dell’iniziativa,  scopriamo che  l’area verde  di piazza Carlo Felice – gli storici  giardini Sambuy  – sono tornati all’antico splendore  a tempo di record  e tutt’ora sono sotto l’ala protettiva della società San Bernardo , marchio d’acqua minerale piemontese  del gruppo San Pellegrino.

Anche la nostrana Smat – Società Metropolitana Acque Torinesi –  ha deciso di aderire all’iniziativa adottando  i giardino Schiapparelli di corso XI Febbraio, angolo lungo Dora Firenze.  Una riqualificazione ha installato una nuova area giochi per bambini e nuove panchine per gli anziani.

L’Aes invece ha deciso di sponsorizzare il ripristino di piazza Solferino,  con la realizzazione di un  nuovo sistema di irrigazione.

Non mancano neanche le iniziative atte alla conservazione del patrimonio naturale della città.

La società Unicredit Processes 6 Amministration, si è impegnata a piantare  20 alberi , per 3 anni,  dedicandoli ai nuovi nati,  figli dei dipendenti.

La società  Canottieri Armida, invece, ha  promosso l’intervento  di salvataggio, tramite  ancoraggio al suolo con tiranti, della quercia secolare  presente nel parco del Valentino.

 

La Redazione di Mole24

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here