Home Cronaca di Torino VenTo: la pista ciclabile che unisce Venezia a Torino

VenTo: la pista ciclabile che unisce Venezia a Torino

20
SHARE
VenTo: la pista ciclabile che unisce Venezia a Torino
VenTo: la pista ciclabile che unisce Venezia a Torino

Una pista ciclabile lunga  679 km  che costeggia il fiume Po,  che passa  attraverso città d’arte e decine di parchi naturali, unendo  Venezia e Torino.

VenTo: è questo il nome del progetto sviluppato dal Politecnico di Milano e  la cui realizzazione , verrà presentata domani, martedì 4 settembre,  a Palazzo  Civico.

Uno sviluppo per ora presente solo sulla carta, ma la cui fattibilità  necessita del beneplacito  oltre di 4 regioni, di 12 province, degli enti fluviali ,  anche di tutti i Comuni in cui passerà il tracciato.

La spesa per la realizzazione della pista ciclabile, infatti, sarà da dividere tra tutti i soggetti interessati dal percorso.

Presa coscienza della bellezza e bontà  del progetto -si tratta di capire la bontà dell’investimento, o meglio valutare  se i costi necessari  per la realizzazione  possano portare in un futuro a nuovi e cospicui rendimenti.

VenTo: la pista ciclabile che unisce Venezia a Torino

Per realizzare la pista ciclabile –  che sarebbe la più lunga d’Italia e tra le più importanti d’Europa –  infatti sono necessari quasi 80 milioni di euro , per  una  spesa  pari a circa 116 euro a metroquadrato . ( dei 679  km previsti dal tracciato ,  oltre 100 km  presentano già un percorso ciclabile).

Un investimento che  adesso  può sembrare  esorbitante, ma che in futuro potrebbe  rivelarsi  un ottimo affare.

La realizzazione dell’opera – che attraverserebbe gran parte della pianura Padana – non solo farebbe aumentare l’occupazione delle zone toccate, essendo  così d’aiuto alla crescita economica, ma il tracciato a due ruote potrebbe far crescere in maniera esponenziale l’indotto del settore turistico  .

La  Vienna-Passau, che lamisce  il Danubio, ogni giorno è percorsa da più di  5mila cicloturisti, per non parlare degli 40.000 km d piste ciclabili tedesche che  quotidianamente si rivelano pozzi d’oro.

La palla adesso passa a Torino, che potrebbe essere  la prima città, si spera di una lista, ad aderire  a questo splendido progetto.

 

La Redazione di Mole 24

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here