Home Ambiente Pecore al pascolo per tagliare l’erba in città

Pecore al pascolo per tagliare l’erba in città

1662
SHARE
Pecore al pascolo per tagliare l'erba in città
Pecore al pascolo per tagliare l'erba in città

Sono di ritorno da una mattinata trascorsa all’università per scartoffie burocratiche. E’ un pomeriggio soleggiato, fresco.

Costeggio i palazzi di via Po, attraverso Piazza castello, mi dirigo verso le vie del Quadrilatero lasciandomi alle spalle il caos tipico di un centro città quando, trovandomi in prossimità delle porte Palatine, ecco che mi sbarra la strada. Un Tir? Un volante della polizia? Una coda di macchine?

No, Un gregge di pecore. Dopo lo stupore iniziale e la convinzione di non avere le allucinazioni, tipica conseguenza di una giornata passata nelle affollate segreterie di Palazzo Nuovo, realizzo quanto sto vedendo.

Scopro che la Città di Torino, infatti, prima in Italia, ha promosso coraggiosamente l’iniziativa di introdurre nel contesto urbanizzato gli animali al pascolo, sperimentando in questo modo una nuova modalità di mantenimento delle superfici a prato che, nel rispetto delle caratteristiche naturalistiche, darà a costi decisamente contenuti un valido supporto per lo sfalcio dell’erba, il contenimento delle malerbe e, nel contempo, per la concimazione del terreno (le deiezioni di mucche e pecore, infatti, per loro natura sono rinvigorenti per i prati, a differenza di quelle canine).

Pecore al pascolo per tagliare l'erba in città

Il comune, così facendo, risparmia il costo di manutenzione, il rumore, l’inquinamento e lo smaltimento dell’erba tagliata.

Si stimano 50.000 euro l’anno di risparmi per le nostre casse comunali. Il pastore risparmia l’affitto dei pascoli e le deiezioni di pecore e vacche concimano naturalmente i prati “restituendo” alla natura quanto sottratto dalle bestie.

Ma non si pensa solo al risparmio: l’intento è anche quello di offrire un valore aggiunto in naturalità ai parchi, avvicinando i cittadini, soprattutto i più piccoli, alla conoscenza degli animali e trasformando i parchi in attrazioni agresti. L’iniziativa infatti è integrata con dei progetti di educazione ambientale da proporre alle scuole.

Le strade di Torino possono regalarci davvero tutto , anche un atmosfera bucolica!

Laura Savina

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here