Home Spettacoli Mal d’Africa a Torino

Mal d’Africa a Torino

1
SHARE

Se diamo uno sguardo al dizionario alla voce “mal d’Africa” si legge questa definizione: la sensazione di nostalgia di chi ha visitato l’Africa e desidera tornarci. Chi visitando quei luoghi al ritorno in patria non ha sofferto di questo sintomo?

Ebbene, la stilista Marina Nekhaeva, da un’idea di Annamaria Galvagno, con la collaborazione delle designers Silvia Beccaria e Manu Mara, nella cornice di via Maria Vittoria ha voluto rendere al meglio questo tema presentando una collezione costituita da abiti multicolor, bicolor, nei toni del nero-giallo e del nero-arancionato – come detta la moda attuale – e da vestiti total black. Qusti ultimi tutt’altro che  banali, dati i tagli ed i tessuti utilizzati, che sono stati impreziositi con i gioielli di Manu Mara e le gorgiere, le borse, gli accessori di Silvia Beccaria. Un tocco di ricercatezza in più alle creazioni di Marina la quale, ancora una volta, si è guadagnata lo scettro di stilista più eclettica.
L’artista a 360 gradi, russa di nascita ma italiana di adozione, la cui formazione spazia dalla pittura alla scenografia, passando, per la moda, può vantare numerose collaborazioni oltre che un marchio tutto suo, MH design.
Le due designers torinesi invece, si muovono su due percorsi differenti, che però risultano entrambi affascinanti: Mara Marazzani, in arte Manu Mara, che vive tra Torino e Belo Horizonte, predilige particolarmente il vetro, che è solita utilizzare nella realizzazione di gioielli e oggetti di design,  ma anche di sculture, ispirandosi ai temi della natura, dei viaggi e della fantasia.
Silvia Beccaria, invece, esponente della Fiber Art, è solita utilizzare per le proprie creazioni, attraverso la tessitura a mano, la fibra naturale e/o artificiale, matrice comune degli oggetti da lei creati che spaziano dagli abiti-scultura alle installazioni, dagli arazzi ai gioielli.
Infine, l’ultima particolarità è stata data dalla location: le modelle, a piedi scalzi peraltro, hanno infatti sfilato in strada, nel tratto compreso tra via Maria Vittoria e via Carlo Alberto, dando così più visibilità all’ avvenimento, inoltre, nell’arco della serata l’evento è stato condito dall’esibizione della compagnia di danza afro-contemporanea “Sowilo” diretta da Simona Brunelli le cui allieve hanno danzato sulle note e i suoni performanti di alcuni musicisti e delle loro percussioni dal vivo: il tutto studiato per ricreare le tipiche ambientazioni africane.

 

Manuela Catanea  (foto  di Angelo Bellotti)

 

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here