Home Spor-to A Torino il golf è sotto casa: lo sapete?

A Torino il golf è sotto casa: lo sapete?

18
SHARE

Lo fanno tutti: sportivi, calciatori, uomini famosi ma anche la gente comune. Indovinato? No, non parliamo di postare i propri autoscatti e i proprio video su Twitter, ma di chi si cimenta al gioco del golf.

Disciplina riflessiva, ad alto tasso di concentrazione, ma anche fondata sulla precisione e sulla resistenza: i campi, cosidetti “green”, non sono mica piccoli come un campo da hockey, ma parliamo, invece, di ettari di prato, immersi solitamente in atmosfere da sogno.

Insomma, il golf, le cui regole sono anche piuttosto semplici (Tagliando le definizioni con il coltello, diciamo che basta mandare una pallina in buca nel minor numero di colpi possibile), è una disciplina ideale se si decide di trascorrere qualche ora nel relax, concentrati su sé stessi e, soprattutto, sui propri movimenti, che poi sono l’aspetto davvero difficile di questo sport stilosissimo anche nelle “mise” che devono essere indossate dai praticanti.

A Torino il golf è sotto casa: lo sapete?

 

Ancora una volta Torino si rivela una terra di opportunità: basta uscire pochissimi chilometri dal centro cittadino e, nascosti come uno scrigno dei tesori, si possono trovare numerose oasi delle 18 buche.

Alcuni nomi: a Druento c’è il Golf Club Druento Cascina I Merli (www.golfdruento.com), mentre a Grugliasco sorge il Circolo Grugliasco Golf (www.circologolfgrugliasco.it), nato nel 1998.

Nella meravigliosa zona delle Vallere, parco vicino al Po, sono state costruite le 18 buche del Golf Club Moncalieri (www.moncalierigolfclub.com), mentre il decano dei clubs torinesi, il glorioso Circolo Golf Torino La Mandria (www.circologolftorino.it) sorge nel parco vicino a Venaria dal lontano 1920.

Curiosità delle curiosità: il club della Mandria è il campo su cui hanno mosso i primi passi verso la gloria i fratelli torinesi Edoardo “Dodo” e Francesco “Chicco” Molinari, che da anni portano in alto i colori golfistici italiani.

Altri green in provincia sono raggiungibili a Pecetto, Carmagnola (due campi diversi), Favria, Avigliana, Mazzè, Riva di Pinerolo e, salendo in montagna, a Pragelato, Bardonecchia, Claviere, Prato Nevoso.

Andrea Besenzoni

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here