Home Poesie …4 chiacchiere con Mario Manna, il poeta della semplicità

…4 chiacchiere con Mario Manna, il poeta della semplicità

2
SHARE
Parole di carta Mario Manna
Parole di carta Mario Manna

Poche parole, semplici, capaci però di descrivere e perchè no, in alcuni casi, far rivivere, emozioni e ricordi.
Chi pensa che per definirsi poeti e per scrivere sonetti si debbano vergare aulici termini in sofisticate metrite si sbaglia: Mario Manna, poeta torinese d’adozione, è la prova di come la semplicità delle parole si possa sposare con i sentimenti, riuscendo a far vivere, a chi legge, profonde emozioni.

Mario Manna, qual è il percorso che l’ha portata ad avvicinarsi al mondo del sonetto? Se non sbaglio lei nasce come scrittore.

Ho sempre avuto, fin da ragazzo, il piacere e il gusto di scrivere. Ho iniziato con brevi racconti e favole. Rileggendo un passaggio di uno di questi racconti ho notato che il periodo assomigliava più ad una poesia; ho provato a inquadrarlo meglio e da quel momento è scattata in me la passione di fare poesia.

Ritiene la poesia una forma di comunicazione più diretta rispetto al romanzo?

Ho trovato nella poesia una forma di sintesi e di immediatezza che lascia a chi legge il gusto di darsi una propria interpretazione.

Quali sono i poeti che preferisce e a chi si ispira?

Non parlerei tanto di poeti preferiti quanto di altri (che per correttezza non nomino) ai quali non vorrei assomigliare. La mia poesia è una poesia che cerca il modo più semplice e diretto per comunicare agli altri e condividere quel che ho dentro. Vorrei che il lettore provasse le mie stesse sensazioni. Per questo prediligo una forma che alla prima lettura sia facilmente comprensibile, senza costruire il pensiero in forma complessa.

“Parole di carta” è la raccolta delle sue poesie, quali la rappresentano maggiormente e per quale motivo?

Sicuramente quelle in cui, senza vergogna, fanno saltar fuori il mio io più segreto e personale senza paura di manifestarmi agli estranei. Infatti qualcuno leggendo le mie poesie ha pensato che io abbia una sorta di coraggio esagerato nel mettere in mostra i miei sentimenti più intimi.

Uno dei volumi dell’opere di “parole di carta” è dedicata all’amore, perchè?

L’Amore ha importanza vitale nella mia vita. Non mi vergogno di dire che parlo di amore uomo/donna e di tutti i meccanismi psicologici, i sentimenti, le emozioni che da questo scaturiscono. Non ho nemmeno provato a tenermene lontano come argomento e confesso che è quello in cui mi piace muovermi di più.

In diverse opere racconta la nostra bellissima Torino, qual è il suo rapporto con la città?

E’ una città che amo profondamente, e il carattere dei torinesi che molti reputano freddo e distante ha una qualità molto preziosa che è la serietà e la fedeltà nella quale io mi ritrovo per istinto
pur non essendoci nato. Essendo io commerciante confesso che la fedeltà, difficile da conquistare rappresenta un elemento insostituibile nell’espletamento della mia attività.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here