Home Cronaca di Torino Vai al lavoro in bicicletta? Attento a dove cadi

Vai al lavoro in bicicletta? Attento a dove cadi

7
SHARE
Vai al lavoro in bicicletta? Attento a dove cadi
Vai al lavoro in bicicletta? Attento a dove cadi

Sono sempre di più i torinesi che utilizzano la bicicletta.Il caro vecchio velocipede a pedali non è più soltanto un salutare passatempo domenicale ma un mezzo di trasporto a tutti gli effetti che in tempi di crisi, di caro carburante e di crescente attenzione ai temi dell’ecologia sta contagiando porzioni sempre più ampie della popolazione.

E tanti, potremmo dire senza tema di smentita la maggioranza, sono quelli che usano la bicicletta per andare al lavoro.

Ma in caso di caduta – eventualità non certo infrequente viste le strade groviera che ci ritroviamo a Torino – i lavoratori-ciclisti sono coperti dall’assicurazione?

Vai al lavoro in bicicletta?Attento a dove cadi

La risposta a questa domanda è solo in parte affermativa.

Coloro che utilizzano la bicicletta per coprire la distanza casa-posto di lavoro e ritorno rientrano sì nella copertura per infortuni sul lavoro dell’Inail ma soltanto se l’incidente avviene all’interno di una pista ciclabile o di un’area pedonale. Non serve essere ciclisti per capire che, nonostante la fitta rete di piste ciclabili presente a Torino, è impossibile che tutti i tragitti casa-lavoro avvengano seguendo uno di questi percorsi.

Un ciclista zelante che non vuole rischiare brutte sorprese in caso di caduta e di non vedersi risarciti i danni o gli infortuni farebbe meglio a stipulare una polizza assicurativa sugli infortuni appunto.

Una previsione che vale, con parametri ancora più stringenti, per i dipendenti comunali. A questi si applica lo stesso regime degli altri lavoratori con la differenza che la copertura riguarda soltanto gli infortuni avvenuti nell’orario di lavoro ferma restando la copertura garantita dall’Inail per cadute ed incidenti lungo le piste ciclabili nel tragitto casa-lavoro.

Il discorso vale sia se il lavoratore utilizza una bicicletta di proprietà, sia che faccia ricorso alle bici del bike sharing per le quali non è stata prevista una forma di assicurazione legata all’abbonamento.

Redazione Mole24

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here