Home Cronaca di Torino Torino: domenica 3 giugno torna il Bike Pride, la festa dell’orgoglio ciclistico

Torino: domenica 3 giugno torna il Bike Pride, la festa dell’orgoglio ciclistico

4
SHARE

Torinesi attenzione!

Domenica 3 giugno la nostra Detroit italiana in miniatura, conosciuta da tutti come la “città dei motori”, si vedrà invadere da ciclisti provenienti da ogni dove e muterà per qualche ora la sua fama in “città delle due ruote”.

A partire dalle 11 di mattina i più solerti cicloamatori da tutta Italia si ritroveranno al parco del Valentino per ascoltare un po’ di buona musica e confrontarsi sul tema della sicurezza stradale, sull’onda della campagna di promozione #salvaiciclisti, movimento popolare e spontaneo che chiede alla politica interventi mirati per aumentare la sicurezza dei ciclisti sulle strade italiane (qui la presentazione del progetto http://www.salvaiciclisti.it/ ).

Dopo un pranzo al sacco auto-prodotto e a rifiuti zero, sarà la volta dell’adunata generale prevista per le ore 15. Nelle ultime due edizioni di questo Bike Pride, i partecipanti sono stati oltre 10.000 solo nella nostra città e a Roma, il 28 aprile scorso, erano addirittura in 50.000 a spingere sui pedali per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Questi numeri sono senza dubbio sintomo di un aumentato interesse verso la mobilità ecologica a due ruote (“Smart Mobility dal 1817”, come titola il sito ufficiale www.bikepride.it )e soprattutto verso le criticità e gli ostacoli che i ciclisti incontrano nel caotico e pericoloso traffico dei giorni nostri.

Proprio per questo motivo la carovana festosa si dirigerà innanzitutto verso Torino Nord, una delle zone più rischiose per gli spostamenti in bici, tra incroci insidiosi, piste ciclabili mal segnalate o totalmente assenti ed un numero di incidenti in crescita (2.600 morti e 40.000 feriti negli ultimi dieci anni sulle strade del nostro paese).

La parata di campanelli, sellini cigolanti e carte tra i raggi, per i più retrò, proseguirà poi fino in piazza Castello dove, con la collaborazione delle maggiori associazioni ambientaliste (Greenpeace, Legambiente, …), la kermesse si concluderà tra concerti e dibattiti con l’amministrazione municipale.

La serata “verde” propone ancora un paio di appuntamenti sia culturali (presentazione di un libro a tema al Blah Blah in via Po), sia musicali al punto verde Kalippo del Valentino.

Una giornata di festa, ma anche di riflessione su quanto le nostre città NON siano a misura di due ruote, soprattutto se confrontate con alcune metropoli del Nord Europa; una manifestazione di grande richiamo che gli organizzatori si augurano sia utile a far capire ai vertici di Palazzo Civico quanto sia possibile fare per ridistribuire gli spazi e promuovere una mobilità sostenibile.

Trovate tutti i dettagli ed il programma sul sito ufficiale del Bike Pride 2012 sopra citato, ma vi invitiamo a guardare anche questo breve spot dalle immagini pulite e dalla colonna sonora accattivante che presenta l’evento cittadino:

E chissà che domenica mattina non venga voglia di saltare in sella anche a voi!

Marco Parella

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here