Home Cronaca di Torino La benzina low cost a Torino

La benzina low cost a Torino

44
SHARE

Con gli aumenti del carburante scattati ad inizio dicembre, anche per i torinesi è tempo di valutare come risparmiare facendo il pieno. L’unico modo, per evitare di andare all’estero, è ricorrere agli ipermercati o alle cosiddette “pompe bianche”, ossia i distributori senza marchio, che non hanno l’insegna di alcuna grande compagnia petrolifera. E a Torino, per fortuna, ci sono.
Tra i centri commerciali, la parte del leone spetta a Carrefour e Auchan. In questo caso gli impianti sono situati all’interno dei parcheggi o nelle immediate vicinanze degli stessi. Per quanto riguarda Carrefour i distributori sono due: in piazza San Gabriele da Gorizia 212/A il distributore (ex Shell) riconducibile al centro commerciale “Carrefour Torino Bramante”, situato in corso Turati 75, in via Sansovino angolo corso Grosseto il distributore (sempre ex Shell) del centro commerciale “Carrefour Torino Grosseto” situato in corso Grosseto 330. L’impianto di piazza San Gabriele da Gorizia ha insegna semplicemente Carrefour, quello di via Sansovino angolo corso Grosseto è in dual-brand con la compagnia petrolifera Shell. Entrambi sono dotati di posti di rifornimento multi servizio, con benzina verde e gasolio. Il sistema self service, con pagamento alle casse posizionate all’uscita della stazione, è attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno. La politica sui costi, nel caso di Carrefour, prevede sconti fino a 10 centesimi al litro rispetto al prezzo medio consigliato dalle compagnie petrolifere, e per i titolari di Carta Pass si applica un ulteriore sconto fino a 5 centesimi.
Prezzi tra i più bassi del mercato anche per Auchan: 7/8 centesimi in meno al litro rispetto a quelli consigliati, con più di 4 euro stimati di risparmio sul pieno. Anche per questo motivo i distributori Auchan compaiono stabilmente nelle classifiche dei meno cari d’Italia. A Torino li troviamo in corso Romania 460, in dual-brand con Eni, ed in via Nicola Porpora 49/A in dual-brand Tamoil.
Passando alle “pompe bianche”, ecco alcuni impianti disponibili in città: un “Oil Italia” in Lungo Dora Firenze, un altro “Oil Italia” in corso Novara, un “Ludoil” (ex Shell) in strada Lanzo 134, un “Repsol” in corso Lepanto: quest’ultimo, soprattutto, secondo segnalazioni diffuse da FederConsumatori e Codacons, sembrerebbe essere il meno caro. Possibile un risparmio anche di 5 euro per un pieno.
A Torino non esistono al momento distributori Simply, IPerStation e Conad. E nemmeno, nel territorio del Comune, impianti Centro Calor, società di Magliano Alpi diffusasi nelle province di Cuneo e Torino.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here