Home Cronaca di Torino Bento Box: l’innovazione che pensa all’ambiente

Bento Box: l’innovazione che pensa all’ambiente

2
SHARE

Chissà quante volte vi sarà capitato di dover attendere in casa la consegna di un pacco o di dover incaricare un amico, un parente o la vostra portinaia di ritirarlo per voi.
Dimenticatevi tutto questo, la Bento Box è arrivata anche a Torino dopo le prime due tappe sperimentali a Berlino e Lione.

La Bento Box prende il nome dai contenitori per i cibi preconfezionati che si utilizzano in Giappone e si ispira proprio al take away. Si tratta di un contenitore modulare self service che consente di ritirare la propria merce quando si vuole, senza dover attendere il corriere o doversi recare in un punto di appoggio spesso lontano chilometri.

Il corriere deposita la merce in uno degli alloggiamenti della “scatola magica” mentre un sms avverte in tempo reale il cliente che potrà scegliere quando andare a ritirare il proprio pacco.
La Bento Box è dotata di sistemi di sicurezza che ne impediscono la manomissione rendendola completamente sicura e rientra nel progetto europeo City Log, finanziato al 50% dalla Commissione Europea nell’ambito del 7° Programma Quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico 2007-2013.

Dopo la sperimentazione a Berlino e a Lione, dove ha dato ottimi risultati, la Bento Box ha fatto la sua comparsa al centro commerciale 8 Gallery.

Entro la fine di maggio entrerà in funzione, nei pressi del tribunale, anche la prima Trashipment Area, un’area di interscambio nella quale un “freight bus” depositerà al mattino tre unità di carico modulari contenenti i pacchi da consegnare e alla sera preleverà i pacchi da portare presso il Centro di distribuzione del corriere TNT.

Lo scopo della Bento Box e della Trashipment Area è quello di ridurre il numero di furgoni che si muovono da un capo all’altro della città con una conseguente riduzione delle emissioni inquinanti e del traffico cittadino.

Guido Costa

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here