Home Teatro Baila “… anche questo è tango”

Baila “… anche questo è tango”

3
SHARE

Musica di sottofondo, tavoli e sedie, un uomo abbastanza alticcio appoggiato al bancone del bar.

Benvenuti al “Caminito”! Qui si respira l’aria delle strade di Parigi e Buenos Aires e le serate trascorrono tra atmosfere fumose, in bilico tra sogno e male di vivere.
Marco ha 50 anni e vive una vita da provinciale. Il suo matrimonio con Anna e spento e lei, per sentirsi viva, tradisce il marito con Pablo, un maestro di tango schiavo del fascino che esercita sulle donne, in particolare su Elena, una ragazza giovane e disinibita, che è l’amante di Marco.
Quattro protagonisti che vivono «storie simili, ruoli opposti», nelle cui “affinità elettive” irrompe il Tango. Baila “…anche questo è tango”, lo spettacolo in scena al Teatro Giulia di Barolo, in piazza Santa Giulia 2 bis, a Torino, fino al 5 maggio, è un testo coerente e scorrevole, scritto da Gian Carlo Fantò e Stefania Lo Forte. A tratti provoca un leggero senso d’inquietudine e inadeguatezza, dovuto alle atmosfere sensuali, ma agrodolci, della vicenda. Resta la musica a invadere la mente con le sonorità di quel tango che «sa di sesso e di scarpe nere». Ci si emoziona ogni volta sulle note di “Por una cabeza” di Carlos Gardel.
Gian Carlo Fantò dirige la pièce con stile e fermezza e risulta molto aderente all’interpretazione del personaggio di Marco; con lui sul palcoscenico, tre brave interpreti (Luciana Nigro, Stella Gelardi, Bettina Banchini) e due attori torinesi che ormai sono una garanzia di simpatia e duttilità: Sergio Cavallaro e Ivan Fabio Perna. La personificazione del tango, che compare sul palco spesso coperto da una maschera, ha le sembianze del coreografo Luca Fino. Le luci, dall’evidente taglio onirico, sono affidate alla competenzadi Pietro Striano. Lo spettacolo è una produzione Teatro dei Cenci.

R.M.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here