Home Spettacoli i “must have del mese”: la bombetta

i “must have del mese”: la bombetta

13
SHARE

Alzi la mano chi non si ricorda di Rockerduck, acerrimo nemico del miliardario Paperon de Paperoni, personaggio creato dalla fantasia e dal genio del fumettista Walt Disney, che appassionò milioni di bambini, nonchè intere generazioni…e ancor di più chi non si ricorda della bombetta di Rockerduck, che puntualmente alla fine di ogni episodio diventava il suo pasto, che data la sconfitta, divorava puntualmente?
Ebbene, questo cappello così particolare dal sapore british, bombato, con la calotta tonda e l’ala arricciata, solitamente in feltro e di color nero nasce, neanche a dirlo, a metà del 1850 a Londra.
La versione più accreditata vuole che questo capricapo fosse creato dal cappellaio londinese William Bowler per il conte di Leichester Coke, che lo inaugurò indossandolo durante una passeggiata a cavallo nel parco.Fu in seguito utilizzato per proteggere dai rami degli alberi i guardiacaccia durante i loro pattugliamenti a cavallo e, proprio per questo motivo, possedeva una consistenza rigida: non per niente all’inizio venne battezzato con il nome iron hat, ovvero cappello di ferro.

Fu celebrato in innumerevoli film da divi intramontabili del cinema quali Charlie Chaplin, attore nonchè regista, che lo utilizzò nel suo personaggio più noto: Charlot, dove compariva vestito di una giacca stretta, un bastone e l’immancabile bombetta(venduta peraltro recentemente all’asta dalla casa Julien’s Auctions per la modica cifra di 58000 dollari); l’attore Cary Grant, invece, la indossava nel film L’orribile verità.
Infine Malcolm Mcdowell, diventato famoso grazie alla visionaria pellicola “Arancia Meccanica” interpretando Alex Delarge( teppista membro di una gang),nel film indossava il copricapo durante le proprie scorribande.
Nell’arte invece fu fissata su tela da pittori del calibro di Cezanne e Magritte che, con le loro relative opere “Autoritratto con bombetta” e “Decalcomania”, la resero “immortale”.

Quel che è certo è che questo accessorio, sicuramente particolare ed originale, possiede un fascino poco comune che ha conquistato parecchie star hollywoodiane tra cui Rihanna, Rachel Bilson e Mischa Barton che lo utilizzano con i capi e gli abbinamenti più disparati.Ma qual è il segreto per indossarlo al meglio?
Sicuramente, data la sua peculiarità, aiuta portarlo con disinvoltura e un pizzico di ironia…quel che è certo è che con questo copricapo non verrete tacciate di risultare anonime!

Manuela Catanèa

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here