Home Spor-to All-Stars Games 2012: ecco i risultati

All-Stars Games 2012: ecco i risultati

2
SHARE


Doveva essere un evento divertente e di spettacolo e così è stato: gli All-Stars Games di hockey non hanno deluso le aspettative!

Presso la “Scorpion Bay Arena” di Torre Pellice si sono svolte le competizioni che vedevano impegnati i migliori atleti del campionato di Serie D di hockey su ghiaccio, suddivisi in quattro selezioni a base regionale. Prima esperienza di questo genere, la manifestazione è stata un successo grazie all’entusiastica partecipazione degli oltre ottanta giocatori presenti e al calore dei fedelissimi spettatori del mondo “ghiacciato”.
A dare il via alle danze sono state Piemonte e Lazio che, in tarda mattinata, hanno incrociato le stecche nel match inaugurale. La selezione capitolina (rinforzata da alcuni giocatori aostani e qualche transfugo torinese) non ha reso vita facile ai favoriti padroni di casa, ma si è comunque dovuta arrendere alla maggior tecnica delle individualità unite di Pinerolo, Real Torino e Valpellice Bulldogs. Risultato finale di 4 a 1 in favore dei locali in maglia gialla.
Seconda partita che vede di fronte Lombardia (in maglia verde) e GHL (casacca rossa) in quello che per alcuni aspetti poteva essere definito quasi un derby. L’ottimo e variegato roster insubre (composto dai top player di Ambrosiana, Black Angels, Chiavenna, Diavoli RN e Lecco) si è infatti trovato ad affrontare, oltre a giocatori provenienti da Trentino, Veneto ed Emilia, anche elementi di società lombarde. Ne nasce dunque un match bello ed appassionante che rimane in bilico fino agli ultimi minuti di gioco e vede prevalere di misura la squadra in maglia verde per 3 reti a 2.
I rossi della GHL hanno poco tempo per riposarsi perché il calendario del torneo li vede nuovamente in pista contro il Piemonte. Il ritmo non è altissimo, ma il pubblico può in ogni caso godere di alcune ottime azioni da parte dei cisalpini che mettono presto al sicuro il risultato. Al suono della sirena le marcature piemontesi saranno ben otto, contro le due del team GHL che, in verità, non sfigura affatto, anzi, termina in attacco la partita.
Il quarto match in programma è Lombardia – Lazio. I milanesi&Co. non danno tregua agli azzurri rivali e chiudono la pratica con un 6 a 0 che non ammette repliche, al cospetto di un avversario che gioca con tenacia e grinta, ma manca di incisività.
Penultima gara della giornata, quando ormai è pomeriggio inoltrato, che diventa anche lo spartiacque per il gradino più basso del podio. Si affrontano, infatti, la selezione GHL ed il Lazio, entrambe a 0 punti ed entrambe vogliose di onorare al meglio l’impegno. Il match è avvincente e vi sono continui capovolgimenti di fronte. La spuntano i giocatori della GHL che concludono il loro cammino in terra piemontese con sei reti ai danni di un Lazio poco preciso che riesce ad andare a segno solo tre volte.
Piemonte e Lombardia si contendono così il primo posto, arrivando al loro ultimo appuntamento con due vittorie a testa e un pizzico di campanilismo a riscaldare gli animi. Censurando alcuni eccessi di nervosismo del tutto fuori luogo in un contesto del genere, la sfida si accende subito con il gol del francese naturalizzato Cohen, per continuare poi a senso unico con le firme di Rossi e Quattrone, sempre per il Piemonte. La Lombardia non sta a guardare e attacca con convinzione, ma le sfuriate di Pirro, Roccaforte e soci sono ben controllate da Pratesi prima e Macello poi, i due goalies alternatisi nell’arco dei 40 minuti. Appongono ancora la loro firma Cohen e Babolin per il 5 a 0 finale, che incorona i ragazzi guidati dal duo Chironna-Orsina vincitori della prima edizione di questi divertenti All-Stars Games.
Ad intervallare le partite e a regalare ulteriore divertimento al pubblico presente sugli spalti e a bordo pista, ci hanno pensato le attesissime “Skill Competitions”.
Per ognuna di esse, i coach di ogni squadra hanno scelto alcuni specialisti che si sono cimentati nella disciplina a loro più congeniale, cercando di portare lustro e gloria alla loro regione.
Nella gara di precisione, consistente nel colpire con il dischetto il maggior numero di pali e/o traverse nell’arco di cinque tentativi, si sono distinti Lele Viglianco (PIE) e Patergnani (LOM) che hanno collezionato 3 tiri a segno. I due sniper si sono poi affrontati in un testa a testa da cui è uscito vincitore il torrese Viglianco. Terzo posto ex aequo invece per Roccaforte (LOM) e Pignataro (LAZ).
Momento molto sentito dai giocatori in campo è stato quello della competizione di velocità. Gli sfidanti dovevano compiere un giro intero di pista, da linea rossa a linea rossa (passando dietro alle porte), nel minor tempo possibile.
Per i giocatori, lo “Speedy Gonzales” di giornata è stato Olivero (LAZ) che ha fermato il cronometro a 15’’40°, battendo in finale il lombardo Pirro per soli 16 centesimi di secondo. Medaglia di bronzo per Bortolotto (PIE). C’è stato spazio anche per la gara dei portieri che ha visto Baraldi, aostano in prestito al Lazio, battere sul filo di lana Parella (PIE) e Vernile (LOM).
Infine, a conclusione dell’evento, è giunta l’ora della competition più attesa da giocatori e pubblico: i rigori.
Lo scopo non era ovviamente solo quello di segnare, ma era quello di divertire gli spettatori ed impressionare i giudici ricorrendo ad ogni mezzo a disposizione. Ognuno ha giocato i propri assi nella manica: chi l’ha buttata sulla tecnica, chi sull’ironia, qualcuno ha fatto ricorso a travestimenti e altri addirittura ad oggetti non propriamente “regolamentari”. A sorpresa la vittoria è andata ancora a Luca Baraldi che, da portiere, si è improvvisato rigorista, stupendo tutti con rigori spettacolari e tecnicamente impeccabili, che gli hanno fruttato tre 10 tondi dalla giuria tecnica. Un nove è stato invece fatale a Vaglio (LOM) che ha fermato il suo score a 29, deliziando i presenti con numeri d’alta scuola. Terzo è arrivato Simone De Luca (LAZ) che, con l’ausilio di una sedia, ha battuto “comodamente” il suo rigore, scatenando l’ilarità e l’approvazione generale.

Un ringraziamento in particolare va allo staff della società Valpellice che con professionalità e gentilezza ha assistito tutti i partecipanti e li ha ottimamente rifocillati al termine della manifestazione.
Grazie a tutti e … arrivederci all’anno prossimo! (forse…)

Marco Parella

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here