Home Cronaca di Torino Due di cuori : sensibilizzare i giovani sulla donazione degli organi

Due di cuori : sensibilizzare i giovani sulla donazione degli organi

10
SHARE

La donazione degli organi è un gesto di grande rilevanza sociale. Ma è anche un tema delicato, del quale spesso non è facile discutere e sul quale è difficile reperire informazioni esaustive.

La Regione Piemonte ha elaborato, in collaborazion3e con il Coordinamento regionale delle Donazioni e dei Prelievi di organi e tessuti e la Direzione scolastica regionale, un progetto per sensibilizzare i giovani piemontesi sull’importanza di questo tema.

Il progetto si articola in due iniziative, presentate in conferenza stampa dal presidente della Regione Roberto Cota, dal direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, Francesco de Sanctis, dal prof. Pierpaolo Donadio, coordinatore regionale delle donazioni e dei prelievi di tessuti e di organi.

La prima iniziativa è lo spettacolo “Due di cuori”, scritto da Giuseppe Naretto, anestesista rianimatore presso l’ospedale Giovanni Bosco di Torino (che, quindi, vive molto da vicino la realtà della donazione). La rappresentazione sarà proposta agli alunni delle scuole superiori, secondo il seguente calendario: il 14 febbraio a Torino presso la Casa Teatro Ragazzi e Giovani; il 23 al Teatro Villani di Biella; il 28 al Teatro Coccia di Novara; il 29 al Teatro Civico di Vercelli; il 6 marzo al Piccolo Teatro Giraudi di Asti; il 7 al Teatro Toselli di Cuneo; il 21 marzo al Teatro Ambra di Alessandria e il 26 marzo presso l’Istituto Cobianchi di Verbania.

Due di cuori : sensibilizzare i giovani sulla donazione degli organi
Due di cuori : sensibilizzare i giovani sulla donazione degli organi

E’ la storia, un po’ surreale di tre personaggi che si incontrano in un parco. In un’atmosfera rarefatta, quasi comica, si avvicendano sul palco una donna che racconta la sua dolorosa storia e in seguito un giovane e una ragazza, che, in un susseguirsi di intrecci e rivelazioni, conducono lo spettatore all’interno di una vicenda dove tutto è possibile e dove il confine tra vita è morte è davvero sottile.

Gli interpreti sono Esther Ruggiero, Federica Tripodi e Oscar Ferrari. Lo spettacolo sarà rappresentato nella fascia oraria tra le 9:30 e le 12 e al termine di ogni rappresentazione è previsto un breve intervento formativo, tenuto da un medico, sulle principali problematiche legate al tema della donazione degli organi.

La seconda iniziativa, resa possibile dalla collaborazione di molti Comuni piemontesi, è l’invio di una lettera ai ragazzi in procinto di compiere di 18 anni, attraverso la quale la Regione invita a prendere in considerazione la possibilità di diventare donatori di sangue e di organi.

“La Regione Piemonte è stata fra le prime, fin dal 1999, a compiere grossi passi avanti in direzione della donazione di organi e tessuti”, ha ricordato il presidente Cota. “In Piemonte sono disponibili, in media, 26 donatori per milioni di abitanti”, sottolinea.

Il presidente Cota ha concluso ringraziando i volontari di tutte le associazioni che quotidianamente si impegnano in prima persona alla sensibilizzazione sul tema della donazione d’organi e dei trapianti.

Roberto Mazzone

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here