Home Cronaca di Torino Night-Buster Gtt, viaggia al centro della notte.

Night-Buster Gtt, viaggia al centro della notte.

17
SHARE

“Viaggia anche tu al centro della notte, tutto l’anno, in tutta sicurezza, senza parcheggio. Divertiti comodo.”

Così recita lo slogan dello spot che potrete trovare sul sito GTT (Gruppo Torinese Trasporti) al link Night- Buster.

Si tratta della linea di trasporto pubblico notturno  nuova e videosorvegliata che strizza l’occhio agli ecologisti:  tutti i veicoli utilizzati,sono a basso impatto ambientale, in  parte alimentati a metano e una parte con energia elettrici.

Il servizio è attivo tutto l’anno nel fine settimana (venerdì, sabato e prefestivi) con passaggi ogni ora: dalle 0,30 alle 4,30 in direzione centro (piazza Vittorio Veneto) e dall’1.00 alle 5.00 in direzione dei diversi capilinea.

Dieci linee su cui vagono  tutti i normali documenti di viaggio per la rete urbana:  si viaggia allo stesso prezzo delle ore diurne.

Torino Night-Buster Gtt, viaggia al centro della notte.

Molti di voi probabilmente, (me compresa in primis), si chiederanno dove sia possibile acquistare un biglietto per il bus in tarda notte.

Ebbene in caso di necessità è possibile acquistare i biglietti presso le 170 rivendite tabacchi dotate di distributori automatici 24 ore su 24 che forniscono anche i biglietti urbani e suburbani, o dai parcometri – localizzati nella zona blu di sosta a pagamento – abilitati alla vendita di biglietti urbani.

Un’iniziativa creata per il popolo della notte e della musica: sì perché Night Buster collega oltre cinquanta locali con proposte musicali di tendenza.

Nasce inoltre un nuovo portale, Night Buster music, nato dalla collaborazione di GTT e Traffic Free Festival, dedicato alla rete di trasporto pubblico notturno. Creato ad hoc per i frequentatori di concerti, nightclubbling e grandi eventi culturali, con aggiornamenti su facebook e twitter principali social network.

Correlato:  "Progetto Parchi", attività sportive al Parco Ruffini

Una buona iniziativa per i giovani frequentatori della movida torinese. ma anche per i meno ragazzini che hanno voglia di riscoprire una Torino al chiaro di luna lasciando le chiavi dell’auto nel cassetto di casa.

Laura Savina

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here