Home Spor-to Chi ama la pallacanestro e Torino tifa PMS

Chi ama la pallacanestro e Torino tifa PMS

1
SHARE

Sono passati ben diciannove anni senza che a Torino i sostenitori della pallacanestro abbiano potuto gustarsi del buon basket a livello nazionale. Ma in questa stagione che sta per iniziare le cose potrebbero cambiare.

Correva l’anno 1992/93. Ultimo anno dell’Auxilium Torino in seria A di basket.

Per i conoscitori del panorama cestistico torinese e piemontese il nome della società Auxilium Torino evoca fascino e storia: trasferitasi a Torino nel ’74, raggiunge il massimo traguardo sportivo nel ’78 arrivando in finale della Coppa Korac con l’allora “gigante” europeo della Jugoplastika Spalato, oggi come allora il basket slavo a livello europeo è dominante.

Allora non bastò un pareggio nella partita di ritorno a Torino per realizzare un sogno. Anzi, il risveglio fu dei più drammatici: da quel momento in poi le fortune sportive cessarono di colpo, fino a che nel ’92 la società disputò l’ultima stagione in serie A.

Famoso e molto amaro è rimasto il commento di Davide Pessina (uno dei giocatori di spicco dell’Auxilium Torino e della nazionale italiana) quando gli comunicarono la chiusura della società: “Non ci credo”.

 

Chi ama la pallacanestro e Torino tifa PMS

Dopo diciannove  anni forse una nuova e fresca aria di “rivoluzione” sta per espandersi nel torinese. Infatti le società di pallacanestro di Moncalieri e di San Mauro hanno dato vita al progetto PMS (Pallacanestro Moncalieri San Mauro). In seguito alle recenti “cavalcate” in serie A Dilettanti e per dare una continuità al coraggioso progetto di Paolo Boella e di Julio Trovato, Paolo Terzolo, noto imprenditore piemontese, è stato eletto nuovo presidente della società PMS.

Il suo merito è quello di aver portato una nuova ventata di entusiasmo seguita da azioni concrete al fine di creare una nuova realtà cestistica torinese in grado di competere a livello nazionale, e perché no, europeo.

Correlato:  Royal Half Marathon: domenica si corre per beneficenza

Tutti osservano con il fiato sospeso l’evolversi del progetto, perchè Torino merita sicuramente una realtà sportiva che possa competere con la storica Auxilium.

Lo sviluppo mediatico e sportivo di altri sport “minori”, infatti, è un’occasione di crescita per tutto l’indotto sportivo locale: oltre ad essere un palcoscenico di prim’ordine per i nobili valori che questo sport coltiva soprattutto nei più piccoli.

Quindi forza PMS!

Facciamo il tifo per voi!

Facciamo il tifo per il basket, lo sport più bello del mondo.

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here